CALCIO_OK


Quando il calcio supera la Passione : Denis Fercia.


Essere il”Mister” in una Scuola Calcio non è certo una cosa semplice.
Stare a contatto con l’adolescenza e cercar di tirare fuori il meglio dai ragazzi è impresa ardua e difficile sotto tutti gli aspetti, a partire dalla Tecnica calcistica, al Comportamento, al fare Gruppo e così via discorrendo. Abbiamo fatto due chiacchiere con Denis, “Mister” per vocazione che attualmente allena degli Allievi Regionali Dello Sporting San Francesco Quartu:


 

D- siamo a tre quarti di campionato ci da una sua personale visione dell andamento ?denis21_n
R-C’è molto equilibrio e per noi che siamo allievi primo anno è un anno di transizione. Le squadre che affrontiamo sono formate in gran parte da ragazzi del 98 e quindi comunque qualcosa in più hanno, magari non tecnicamente ma per centimetri, fisico, furbizia tutte componenti che nei primi anni si pagano.
D-La squadra dello Sporting si trova a ridosso delle migliori, è giusto o forse si poteva ottenere di Più?
R-La mia squadra poteva e doveva sicuramente ottenere di più. Più che la colpa, i demeriti sono assolutamente i miei che ho impiegato troppo tempo per entrare in sintonia con i ragazzi. Loro si sono dimostrati molto qualificati, tosti, e davvero amorevoli per applicazione e voglia di appendere e migliorare.
D-Questo è il primo anno al San Francesco, ha ereditato una squadra che lo scorso anno si è piegata solo ai rigori nella Finale di Oristano, come è stato l’impatto con questa nuova realtà ?
R-L’impatto è stato ottimo. È forse il miglior posto dove poter far crescere i ragazzi. Abbiamo un centro sportivo immerso nel verde che è Forse unico in provincia se non nella regione. Nel settore agonistico abbiamo la struttura del velodromo, che malgrado sia in terra battuta, periodo delle piogge a parte ( roba rara in Sardegna) ci permette di poter lavorare serenamente e di avere molti spazi per poterci dedicare alla crescita dei ragazzi quindi per noi è una fortuna poter fare sport in questa realtà. Sono davvero molto contento.
D-Da esperto del Settore, quale è il suo pensiero su tutto il movimento giovanile Sardo?
R-I giovani Sardi ormai sono forti quanto i loro coetanei del continente. Il Movimento è in crescita e i ragazzi di tutte le società sono seguiti ormai da tanti “Mister” molto competenti. Speriamo che qualcuno di loro vada a fare il professionista, non dimenticando che ciò che conta è che investano in cultura, perché lo sport è solo un divertimento.

denis

“Franco Giordano è il mio maestro e secondo padre”


Chi è Denis Fercia ?

denis3Denis Fercia ,attuale Allenatore degli Allievi Regionali Dello Sporting San Francesco, già a un anno e mezzo dava calci al pallone, ginocchia sbucciate, partite memorabili per strada con gli amici, finché poi si fa sul serio giocando in una miriade di squadre nelle varie categorie.
Ma rendendosi conto che mai sarebbe arrivato a calcare campi come il “Nou camp” o  “San Siro”, segue la sua vocazione Calcistica trasformandosi a soli 23 anni in allenatore di “ragazzini”.
Inizia la sua carriera di Allenatore-educatore in una delle storiche scuole calcio di Cagliari :il Gigi Riva dove matura e insegna calcio alle future promesse.
Dopo sette anni di Gigi Riva arriva il momento di cambiare : La Sigma Cagliari la sua nuova sfida, impegno e caparbietà che lo portano ad ottenere buoni e ottimi risultati(solo la lotteria dei rigori ferma i ragazzi di Denis:Torneo Nike,finali regionali,Nike nazionale), tant’è che conquista la fiducia incondizionata della società che negli ultimi cinque anni le affida ben due categorie: Allievi e Giovanissimi.
Ma come con il Gigi Riva arriva il tempo di cambiar aria e dopo altri Sette anni da quest’ anno grazie alla fiducia Di Danilo Melis, Matteo Pisano e Claudio Cordeddu giunge al San Francesco seguendo i Ragazzi degli Allievi Ragionali.
Noi di Medasa.it auguriamo a Denis di essere il Mister del San Francesco per tanti anni, almeno sette come nelle precedenti esperienze, con Successi per Lui e Per i suoi Ragazzi.
Se Non Esisteva bisognava Inventarlo un Denis.

 

Redazione Medasa (A.M.)

 

Quarti di finale Coppa Italia Dilettanti:4 marzo ore 14.00 stadio  Lixius Lanusei -- 11 marzo ore 14.30 stadio Petruzzelli  Castel Sant'Angelo.

Print Friendly, PDF & Email