— Finalmente una vittoria al Velodrom —

Dopo la sconfitta in quel di Sassari contro la Lanteri e la pausa di domenica scorsa riprende la rincorsa alla salvezza dei ragazzi di Mister Mulas.
Al Velodrom  si gioca una grande fetta di Salvezza  in uno scontro diretto con la temibile Sef Torres 1903, c’è molta attesa e trepidazione per questo incontro sia per la posta in palio sia perchè già da tempo non si ottengono punti tra le mura amiche. 
Che il San Francesco debba fare la partita lo si intuisce nei primi minuti di gioco, più propositiva dell’avversario ma non pungente in zona goal. A dimostrazione di ciò ci pensa Roberto Carlos AMBU che sblocca il risultato con una punizione da circa 40 metri(terza rete stagionale di stessa fattura). Si va al riposo con il vantaggio minimo e con tanto gioco ma poche insidie per la difesa degli Ospiti Sassaresi.
La Torres entra in campo per il secondo tempo un po più aggressiva consapevole che una sconfitta li trascinerebbe in modo inreparabile nella zona caldissima della classifica, riescono a trovare il pareggio in modo rocambolesco grazie anche ad una discutibile decisione arbitrale che decreta una punizione in area ad un metro dalla linea di porta (per un retropassaggio al portiere che ai più è sembrato involontario). I ragazzi di casa non demordono e non ci stanno a cercano in tutti i modi di portare a casa il risultato pieno. Ci pensa Nicotra prepotentemente, entra in area e si procura un calcio di rigore, palla sul dischetto degli undici metri al tiro si presenta Deiana , un rigore che potrebbe essere il goal decisivo per un intera stagione, che, con la  freddezza da grande Campione, segna di precisione ma l’arbitro non convalida e fa ribattere. Deiana non demorde e si ripresenta sul dischetto e nuovamente realizza, questa volta l’arbitro indica il centro campo.  La partita scorre veloce e non ci sono sussulti da ambo le parti, la Torres non riesce più a spingere e non crea pericoli per l’attenta difesa Quartese, si conclude così una partita che molto ha dato dal punto di vista nervoso e un pò meno dal punto di vista del gioco ma oggi era importante portare a casa i tre punti per infarcire una classifica che si stava facendo deficitaria più del dovuto.  
Finalmente i ragazzi di mister Mulas portano il sorriso e contagiano i tifosi assiepati negli spalti del Velodrom , troppo tempo che non si vedeva una vittoria casalinga. La prima finale è andata per il verso giusto, ora un altra finale aspetta i ragazzi del San Francesco:  si gioca al Polese contro la Ferrini in un match decisivo per le sorti di un intera stagione.
Mister Mulas di poche parole telegraficamente fotografa l’attuale situazione: ”  C è da soffrire sino alla fine…e lo si sapeva!!!!!!”.

Adriano Micheli per Medasa.it

Print Friendly, PDF & Email

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0