Il Tiro con L’Arco Paralimpico disciplina traino per il futuro turistico – sportivo della città di Olbia. A distanza di qualche giorno dalla chiusura del Para Archery European Cup, in tanti hanno convenuto che il centro costiero gallurese abbia le giuste credenziali per trasformarsi in polo d’eccellenza internazionale degli sport praticati da atleti con disabilità.

a sx Paolo Poddighe con il presidente Fitarco Mario Scarzella (Foto Fitarco)

E tra i maggiori sostenitori si distingue il commissario straordinario del CIP Sardegna Paolo Poddighe che, per il secondo anno consecutivo, ha incassato complimenti sinceri ed articolati da parte degli arcieri paralimpici confluiti in Costa Smeralda.

“Nella struttura che li ha accolti, il Geovillage Sport Wellness & Convention Resort – dice Poddighe – gli atleti potevano muoversi liberamente con le carrozzine in totale autonomia. Avevano il vantaggio di poter rientrare in camera per la pausa pranzo e questo non è poco”.

Ma a far sentire pienamente integrati 120 atleti di 23 nazioni ci ha pensato la PMG Italia, partner della manifestazione, che ha messo a disposizione dei bus all’avanguardia, permettendo un comodo e veloce flusso tra la struttura ricettiva, l’aeroporto e l’area urbana; una svolta insomma.

Ad Olbia atleti provenioenti da tutto il mondo (Foto Fitarco)

“L’intera comunità olbiese ha risentito positivamente della presenza di circa 320 persone che hanno soggiornato per una decina di giorni – ha aggiunto Poddighe – e per l’edizione del prossimo anno, prevista dal 27 aprile al 5 maggio 2019 – siamo quasi certi di poter ospitare 30 nazioni e 150 atleti, segno che chi viene qui sta bene e non esita a far partire il tam-tam”. Un altro test importante in vista del Campionato Europeo che Olbia ospiterà nell’aprile 2020. “Penso che con una buona sinergia tra Regione, Comune, PMG e Geasar (Aeroporto Olbia Costa Smeralda) – riflette il commissario straordinario del CIP – in Gallura si possano allestire almeno otto eventi internazionali paralimpici all’anno, convegni compresi.

Si tira (Foto Fitarco)

Il Geovillage ha gli impianti ideali per ospitare basket in carrozzina, tennistavolo, calcio balilla e tanto altro; sicuramente i protagonisti plaudirebbero l’iniziativa perché i disagi per le loro limitazioni motorie sarebbero minimi o inesistenti”.

Atleti, paglioni e calcoli matematici (Foto Fitarco)

Il plotone dei volontari presenti al Geovillage (Foto Fitarco)

Sono già stati calendarizzati i Campionati Italiani di Boccia (ottobre 2018) e i Campionati Italiani di Nuoto FISDIR (primavera 2019), ma si pensa anche ad un meeting di Atletica leggera marchiato FISPES.

Poddighe con il segretario del CIp Juri Stara (Foto Fitarco)

All’importante rassegna di tiro con l’arco era atteso il presidente nazionale del CIP Luca Pancalli, ma impegni improvvisi lo hanno bloccato nella capitale. C’era però il segretario generale Juri Stara che è rimasto particolarmente entusiasta della location. “Olbia – conclude Poddighe – potrebbe rientrare tra i tre punti di eccellenza del CIP nel nostro territorio nazionale. Dobbiamo fare in modo, con tutte le forze a disposizione, che questa situazione si concreti al più presto, ne gioverebbe l’intero movimento paralimpico isolano”.

E’ possibile seguire le attività del Cip Sardegna nella rinnovata pagina Facebook e sul sito web ufficiale www.cipsardegna.org

Print Friendly, PDF & Email

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0