AUGURI DI BUONE FESTE DALLA FITET SARDEGNA

Un pensiero a chi non c’è più e a tutte le belle soddisfazioni che anche in questa stagione i pongisti sardi si sono tolti assecondando un calendario agonistico per tutti i palati.

L’attività continua incessantemente anche nel bel mezzo delle festività natalizie ma è giusto concedersi anche qualche giorno di meritato relax.

Il presidente del Comitato Fitet Sardegna Simone Carrucciu, a nome anche del vicepresidente Gian Luca Mattana, dei consiglieri Sergio Ticca, Maurizio Muzzu, Riccardo Lisci, del delegato provinciale Francesco Zentile, del FAR Emilia Pulina e del tecnico regionale Francesca Saiu augura Buone Feste a tutti gli appassionati del tennistavolo.

GIOVANILI E VETERANI PRENATALIZI A LANUSEI

Come l’anno scorso gli auguri tra pongisti si potranno scambiare sulle colline ogliastrine. Il Palazzetto dello Sport Lixius di Lanusei ospita infatti il duplice appuntamento con il secondo torneo giovanile stagionale e il torneo veterani. Le gare sono previste per domenica 22 dicembre. Cominceranno alle 10, partendo con i Giovanissimi, poi a seguire le categorie Ragazzi, Allievi e infine gli Juniores chiamati in causa alle 14.

Un’ora più tardi sarà il turno dei veterani. Organizzazione affidata in sintonia con la Fitet Sardegna alla società locale Sporting Lanusei che farà coincidere l’evento con la seconda edizione del memorial dedicato al pongista paralimpico Tonino Agus.

UN TAVOLO PER 350 STUDENTI:

ANCHE AD INCLUDIAMO LA FITET SARDEGNA SPOPOLA

I ragionamenti non pietistici verso le persone con disabilità fortunatamente si sviluppano con frequenze confortanti. La Fitet Sardegna non si smentisce e dà il suo contributo anche per la buona riuscita di “Includiamo”, manifestazione promossa a Cagliari, presso lo stabilimento del Lido (Poetto) e che ha visto come artefici la ASD Lido for Fitness in stretta collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, il CIP Sardegna e il CONI. Per una mattinata circa 350 studenti provenienti da Istituti comprensivi di Cagliari e provincia si sono ritrovati a fare sport: tra loro anche tanti alunni disabili che hanno provato diverse discipline (nove in tutto) grazie all’apporto di altrettante federazioni che hanno messo a disposizione attrezzature e personale ad hoc.

Assalto al tavolo da parte delle scolaresche
L’inclusione ha funzionato anche al Lido di Cagliari

Il team della Fitet Sardegna si è presentato negli angoli ristretti del Lido con il presidente Simone Carrucciu e gli sparring Eleonora Trudu e Maurizio Muzzu. Hanno dovuto fare i salti mortali per accogliere la fiumana di gente che sin dall’esterno dell’edificio scalpitava per farsi due tiri nell’unico tavolo che a stento riusciva a adagiarsi sullo spazio dedicato. E sono stati diversi gli studenti che hanno manifestato l’intenzione di voler approfondire la materia pongistica.

a dx il presidente Simone Carrucciu con il consigliere sparring Maurizio Muzzu
Passione tennistavolo

“Dove c’è inclusione concreta – ha dichiarato Simone Carrucciu – la Fitet Sardegna risponde sempre con entusiasmo perché è segno di grande maturità il poter creare situazioni paritarie dove tutti possano mostrare le proprie potenzialità. Vedere poi tanti ragazzi vogliosi di giocare a tennistavolo e fare sport ci dà la carica giusta per proseguire su questa direzione. Un avvenimento di queste proporzioni andrebbe però organizzato meglio, magari anche dando maggiore considerazione a chi mette a disposizione il suo tempo per gli altri”.

La collaboratrice della Fitet Sardegna Eleonora Trudu gestisce l’elenco delle presenze
Gente del tennistavolo sardo

PARALIMPICI A ROVATO: LA MURAVERESE BRILLA A SQUADRE E NEL SINGOLO

Cinque club isolani hanno partecipato alla prima kermesse stagionale paralimpica a squadre. A Rovato (Brescia) gran parte dei presenti ne ha approfittato per cimentarsi anche nel torneo individuale.

Chi ha fatto meglio in un caso e nell’altro sono stati i rappresentanti della Muraverese TT, Andrea Manis e Luca Paganelli che nel campionato di A2 Gruppo 6/10 hanno chiuso le prime due giornate a punteggio pieno. Luca ha poi sfiorato il colpaccio nell’individuale classe 7 dove si è arreso solo in finale.

Durante una gara paralimpica a Rovato

Ritornano soddisfatti i tesserati del Tennistavolo Sassari che in Lombardia si sono presentati con due team. Nell’A2 Gruppo 1-5 hanno giocato Giuseppe Demontis e Manuela Casu e nel 6-10 Giovanni Battista Sanna e Lorenzo Sanna. All’asciutto nella competizione a squadre, alcuni di loro si sono messi in luce nell’individuale: Lorenzo Sanna ha conquistato la medaglia di bronzo nella categoria 6 esordienti, mentre la guspinese Manuela Casu si è classificata terza nel singolare donne categoria 2.

Terzo posto per Manuela Casu

Il Tennistavolo Quartu partecipa con l’inedita coppia Daniel Catalin Maris – Luca Bulla nell’A2 girone C del gruppo 1-5, mentre il Tennistavolo Norbello si è schierato nell’A2 1-6 con il consolidato duo Francesco Sanna e Mauro Mereu. Per loro come sempre tanta esperienza accumulata, come del resto per un duo ugualmente affiatato, composto da Romano Monni e Mauro Pisano (allenati da Mauro Locci) che ora milita con La Saetta Quartu.

Tennistavolo Sassari paralimpico al completo a Rovato

TESTIMONIANZE DA ROVATO

Andrea Manis (Muraverese): “Il calendario della serie A2 ci ha visto impegnati contro i cugini del Sassari e gli altri atleti isolani del Radiosa Palermo. Abbiamo portato a casa entrambe le vittorie, ipotecando il passaggio del girone. A marzo giocheremo l’ultima partita contro il Casamassima. Risalire in A1 non sarà facile perché nei play off, con molta probabilità, dovremmo affrontare una squadra ben amalgamata con un quinta categoria di tutto rispetto e addirittura un terza categoria”.

Luca Paganelli (Foto Tomaso Fenu)

Luca Paganelli (Muraverese): “Prevaliamo facilmente in tutte e due le sfide di campionato non regalando nulla agli avversari: esperienza assolutamente positiva. La giornata di domenica mi vede impegnato nel torneo di classe 7, in cui sono testa di serie n. 3. Nel girone, tra gli altri, incontro Sandro Bortolanza, avversario ostico con il quale in passato ho sempre perso: vinco con non poca fatica 3-0 (parziali12-10/14-12/11-9) riuscendo a gestire molto bene la partita dal punto di vista mentale. Prevalgo successivamente su Abeni (3-0) e La Mattina (3-0). Passo il girone da primo ritrovandomi in semifinale contro Augusto Casciola, avversario valoroso e temibile, al quale cedetti un incontro qualche anno fa. Fortunatamente questa volta sono io ad avere la meglio per 3-0 (11-8/; 12-10;11-6). Giungo in finale, prima volta in vita mia, contro Mirko Bruschi. (classe 2000, é il campione italiano classe 7). Non riesco a sviluppare il mio gioco e perdo facile 3-0. Consapevole della sua superiorità di gioco, gli faccio i miei complimenti. Per quanto mi riguarda questa è una esperienza più che positiva: è da solo due mesi che ho ricominciato ad allenarmi ottenendo il mio miglior risultato di sempre ad un torneo nazionale. Sono più che soddisfatto con l’ottimo secondo posto”.

Guido Spano (allenatore Tennistavolo Sassari): “Complessivamente buona l’esperienza di Rovato, considerando l’altissimo livello delle squadre incontrate. Non si poteva fare di più, ma l’impegno per fare e dare il massimo e stato notevole sia da parte dei giocatori, sia da parte del tecnico, ben supportati dalla società. Una nota di merito anche al nostro presidente Marcello Cilloco che con il suo lavoro non da poco ci mette in condizioni di lavorare affinché i ragazzi possano rendere al meglio”.

Lorenzo Sanna e Giovanni Battista Sanna dialogano con Guido Spano

Ana Brzan (allenatrice Tennistavolo Norbello e Tennistavolo Quartu): “Franco Sanna e Mauro Mereu han perso 3-0 e 3-0, sia contro il Ciatt Firenze, sia con la siciliana Radiosa. Daniel Maris e Luca Bulla hanno giocato una sola partita contro una squadra siciliana e pure loro han perso 3-0. A Luca non potevo chiedere di più: ha alle spalle un paio di allenamenti; in compenso non ha mostrato nessun timore reverenziale contro avversari molto più forti di lui. Dopo la classificazione è stato incluso in classe 3, indubbiamente è giusto così. Un po’ di rammarico rimane per Daniel che ha perso 3-2 ai vantaggi; nei momenti topici non è stato lucido, peccato. L’unico a cimentarsi nel singolare è stato Mauro (classe 7). Ha giocato bene vincendo una partita. Gli altri tre avversari erano troppo più forti. Al di là di questo tutto fa esperienza ma non ci spostiamo di una virgola: senza allenamento e costanza non si può pretendere nulla”.

a sx i norbellesi Sanna e Mereu con gli avversari toscani Casciola e Lorenzini

LA GRAN PARATA DEI GIOVANI A TERNI: FRANCESCA SEU AD UN PASSO DAL PODIO

Al 1° Torneo Nazionale Giovanile 2019/2020 si presentano sedici tesserati in Sardegna. L’unica che si supera rispetto ai pronostici della vigilia è Francesca Seu (Muravera Tt) che conclude al quinto posto (su 30 iscritte) nella sua primissima esperienza tra i Ragazzi Femminile. Si conferma Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari) nei Giovanissimi femminile con il quinto posto su 28 partecipanti. Nella stessa categoria hanno combattuto con tenacia anche Eva Mattana della Muraverese, giunta settima, e Maria Laura Mura del Tennistavolo Sassari (17). Tra i giovani maschietti il marcozziano Zemgus Lai giunge tredicesimo su 48 partecipanti. Seguono Samuele Camboni (19), Simone Cocco (29), e Marco Dessì (40), tutti della Muraverese.

Quinto posto per Francesca Seu a Terni

Nella categoria Ragazzi maschile l’ogliastrino Emanuele Cuboni (Sporting Lanusei) termina al posto 22 su 76 iscritti. Il suo concittadino e compagno di squadra Elia Licciardi è trentunesimo su 77 gareggianti nella categoria Allievi maschile. Nell’omologa femminile, 37 iscritte, si registra il diciottesimo posto di Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari) e il ventitreesimo di Alessandra Astori (Muravera TT) che si aggiudica il torneo di consolazione.

In casa Marcozzi c’è da segnalare anche il decimo posto di Marco Poma (su 112 adesioni) negli juniores maschili.

Laura Alba Pinna (Foto Luciano Saiu)

Mentre tra le donne (trentadue in tutto), la vastese del Tennistavolo Norbello Gaia Smargiassi termina al settimo posto, precedendo Michela Mura (15) e Sara Congiu (18) del Muravera TT.

Print Friendly, PDF & Email

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0