Il Comitato isolano della FIN sta cercando una soluzione al rimpiazzo della piscina G.B Sicbaldi di Cagliari, momentaneamente chiusa al pubblico.

Le ragioni del provvedimento vanno ricondotte alle lesioni subite dall’edificio in seguito al forte vento di maestrale spirato tra martedì e mercoledì scorsi.

Vigili del Fuoco e tecnici del Servizio Lavori Pubblici hanno constatato danni alla copertura, provocate dal distaccamento di alcuni pannelli metallici di finitura. Inoltre, il sopralluogo ha permesso di individuare, in un’uscita d’emergenza, la rottura di infissi.

Dopo il ripristino e la messa in sicurezza, la dirigente del Comune di Cagliari Manuela Atzeni, responsabile del Servizio Pubblica istruzione, politiche giovanili e sport, ha emesso una determinazione con la quale si procede alla chiusura dell’impianto comunale di Terramaini per tutelare l’incolumità degli utenti.

Il fittissimo calendario stilato dalla FIN Sardegna prevedeva due appuntamenti natatori in questo fine settimana con la Quarta prova di qualificazione. E il 15 – 16 febbraio, la piscina del capoluogo avrebbe dovuto ospitare i campionati regionali Master.

La piscina cagliaritana di Terramanini (Foto Claudia Lazzara)

Il presidente del Comitato FIN Sardegna Danilo Russu è alla ricerca di provvedimenti tampone: “Stiamo valutando possibili soluzioni per recuperare le date in programma. La situazione non è semplice, considerata la carenza di impianti idonei all’utilizzo delle piastre necessarie per i rilevamenti cronometrici. Intanto verrà spostata di due giorni la scadenza delle iscrizioni alle gare master”.

Print Friendly, PDF & Email