A2 FEMMINILE: BENE QUATTRO MORI, MURAVERA TT E TENNISTAVOLO NORBELLO

Ottime le performances delle società isolane che in A2 femminile accumulano esclusivamente risultati positivi nei loro gironi di appartenenza. A Mazzano (BS) era di scena la prima assoluta del girone A con il Tennistavolo Norbello che comincia molto bene incamerando i due punti ai danni del Tennistavolo Marco Polo. L’italo armena Gohar Atoyan consegue due successi, mentre l’italo ungherese Krisztina Nagy e la abruzzese Gaia Smargiassi chiudono al 50% perché la cinese Wang Xuelan è sempre un osso duro da contrastare. “Più che Wang temevo me stessa – ammette Gaia Smargiassi – perché non giocando da un anno dovevo comunque misurarmi con un’atleta molto forte. Però una volta che sono entrata in campo mi sono ritrovata tranquilla e pur avendo perduto in tre set, le ho dato filo da torcere. Complessivamente sono andata molto meglio rispetto a quello che pensavo e poi con le mie compagne mi sono trovata benissimo. Trovo di somigliare parecchio a Krisztina Nagy nel suo atteggiamento in gara e lei l’ha subito percepito aiutandomi parecchio dalla panchina. Anche Gohar mi ripeteva continuamente di vivere l’esperienza serenamente e di divertirmi, e credo di esserci riuscita, perché raramente pensavo al peggio, non avevamo nulla da perdere. Mi sto allenando parecchio, ho come obiettivo fare il meglio che posso, giocando ogni partita senza timori e troppe pressioni. La prossima sfida sarà contro il Coccaglio, avversaria che secondo me sarà più complicata del Marco Polo; ci giocano avversarie molto brave”.

La felicità di Gaia Smargiassi per il ritorno alle gare ufficiali

Il Quattro Mori Cagliari condivide la vetta della classifica con il Castel Goffredo nel girone C. Le due primattrici si sono scontrate nel turno inaugurale del concentramento svoltosi ad Asola con finale in parità. Il trio seguito dal tecnico Mattia Contu e composto da Rossana Ferciug, Madalina Pauliuc e Marina Conciauro ha poi ottenuto un successo sulle padrone di casa.

“Il Castel Goffredo è la compagina più forte – ammette Rossana Ferciug – però a parer mio potevamo vincere 4-2 perché le avversarie si sono presentate prive della n. 2 d’Italia Nicole Arlia, ma il pareggio non è male. Personalmente sono soddisfatta perché per la prima volta in questo campionato sono riuscita a fare due punti nella stessa gara. Inizialmente ero un po’ ansiosa ma allo stesso tempo felice di tornare in campo in quanto non facevo una partita ufficiale da un anno. Come squadra non stiamo puntando a salire in A1 per incompatibilità regolamentari con la nostra ammiraglia che sta disputando il massimo campionato però, ovviamente, portare delle vittorie a casa ci rende più orgogliose. Siamo molto unite, essendo la più piccola le mie compagne di squadra Marina e Madalina mi sostengono sempre anche quando non sono io a portare il punto a casa. E poi c’è l’allenatore Mattia, molto bravo con i consigli e nel sostenerci tutte quante. La sera prima ci ha fatto analizzare le partite delle nostre avversarie per poter arrivare in campo con qualche idea in più da elaborare. Comunque mi dispiace di non aver contribuito in prima persona nel girone d’andata con un accettabile numero di vittorie. E per questo mi impegnerò, dopo il giro di boa, nell’ottenere qualcosa in più. Per il resto, in questo 2021 non ripongo molte aspettative; l’importante, a quest’età, è di giocare tranquilla, divertendomi e facendo quello su cui sto lavorando in palestra; piano piano i risultati arriveranno. I due punti conquistati con l’Asola li dedico alla mia famiglia”.

a sx Rossana Ferciug con Marina Conciauro e Madalina Pauliuc

Il Muravera TT porta a casa tre dei quattro punti in palio nel concentramento di Vasto (girone D). “Ritengo che da questa seconda esperienza stagionale – narra il tecnico Nicola Pisanu – nei sia scaturito un bilancio positivo anche se resta il rammarico per non essere riusciti a fare bottino pieno. Cominciamo con il recriminabile 3-3 (maturato al cospetto del Frassati, squadra di tutto rispetto) perché ci è sfuggita un’occasione più unica che rara di fare quello che si sarebbe rivelato un autentico colpaccio. Purtroppo, non abbiamo azzeccato la formazione, nel senso che auspicavo gli scontri diretti tra la nostra russa Sonia Ivanova e le due migliori avversarie Ettari e Riabchenko. In tale ipotesi le chances di vittoria sarebbero state parecchie, ma siamo contentissimi anche così. La nostra straniera sblocca il risultato su Giacobelli, mentre Ettari giganteggia su Aurora Piras. Al primo giro di partite ci ritroviamo sotto 1-2 perché Sara Congiu si arrende a Riabchenko e sinceramente, a quel punto, abbiamo pensato che non ci fosse più nulla da fare in quanto nel quarto incontro Ivanova si è ritrovata sotto di due set opposta alla Ettari. La reazione della nostra giocatrice le permette di arrivare al quinto set; segue finale al cardiopalma dove Sofia riesce a spuntarla 11-9. Riagguantato il pari la patata bollente passa a Sara che riesce ad essere fredda e solida nei punti decisivi portando a casa la vittoria per 3-0 in un match non scontatissimo con Giacobelli. Sul 3-2 e oramai con almeno il pareggio in tasca, proviamo a vincere nel match tra Aurora e Riabchenko. L’ucraina è superiore e non concede neanche un set alla nostra “lolla”. Penso che in fin dei conti sia scaturito un buon risultato. Poi ci attende l’Eureka Roma che senza la loro atleta migliore, Monia Franchi, tutto si agevola per noi, senza nulla togliere a chi l’ha sostituita. In questo caso riesco ad assicurarmi la formazione migliore. Sonia realizza un’altra doppietta personale con un secco 3-0 sia contro la giovane Giulia Varveri, sia nei confronti di Alejandra Rojas nostra vecchia conoscenza. Sara Congiu imita la sua compagna imponendosi sulle sorelle Varveri (prima Sara poi Giulia), senza mai mettere in discussione il risultato. Peccato per Aurora Piras che si arrende al quinto set con Ale Rojas in un match con tanti alti e bassi da ambo le parti ma alla fine è la nostra ex giocatrice a portare a casa il risultato”.

Piras, Ivanova e Congiu si riscaldano prima del match

SERIE B FEMMINILE: IL MURAVERA TT AL COMANDO

Il Sarrabus pongistico protagonista nel girone I con le prime posizioni occupate dalla capolista Muravera TT, seguita a tre lunghezze dalla Muraverese.

La scuderia del presidente Luciano Saiu ottiene due successi apparentemente schiaccianti, ma non è di questo avviso la referente/tecnico della formazione Floriana Franchi: “Gli appassionati lo sanno benissimo, nel tennistavolo ogni incontro fa storia a sé, specialmente nel femminile giovanile. Le nostre ragazze erano maggiormente allenate rispetto al precedente concentramento: una ritrovata Serena Anedda, associata alla conferma del valore di Michela Mura e alla sicurezza/freddezza della “piccola” Francesca Seu ci hanno fatto intascare il primo incontro (4/0) senza “brividi” con le temute padrone di casa del Stella del Sud Napoli. Diverso il derby contro una Muraverese priva dell’esperta e potenzialmente insidiosa Luana Montalbano che viene sostituita da una emergente Letizia Porcu. Serena sì prende la rivincita sulla ex compagna di squadra, la maggiore delle sorelle Mattana, Alice, in un incontro che ha evidenziato quanto le due giocatrici si conoscessero a memoria disputando dei set molto combattuti. Perso per pochissimo il primo parziale, Anedda fa suoi il secondo e il terzo, cedendo il quarto e non lasciando alcuna speranza alla bella quando nei punti iniziali sembra interpretare fedelmente lo stile del coach, il famigerato “taglia a sangue” firmato Franchi Senior. Alice perde fiducia e cede un punto importante all’eventuale speranza di replicare il pareggio dell’andata. Il resto degli incontri è schiacciante a nostro favore, anche se la squadra del presidente Gianluca Mattana rischia di esultare per l’imprevedibile risultato della figlia minore Eva contro un’ Anedda che la temeva prima ancora di scendere in campo. La piccola muraverese gioca due set meravigliosi dal punto di vista tecnico-tattico senza sbagliare palleggi, forzando blocco e chiusura di rovescio. Dalla panca ho cercato la strategia psicologica adeguata nel far recuperare il respiro alla mia giocatrice, in apnea per due set interi. Fortunatamente, dopo una sgridata ed una risata, la nostra Serena recupera e chiude l’incontro 3-2. Risultato? Le giocatrici alla fine piangono per motivi diversi ma le lacrime di entrambe ci restituiscono il ruolo fondamentale dell’emotività nel tennistavolo più che in altri sport. Le gare si sono svolte in una atmosfera molto accogliente, nella ospitale sede di numerosi tornei rosa. Tutti molto attenti, arbitri impeccabili e organizzazione da dieci e lode in ogni aspetto”.

La B femminile del Muravera TT con Seu, Anedda, Mura e Floriana Franchi

Sulla sponda Muraverese prende la parola Alice Mattana: “Ci presentiamo al secondo concentramento di serie B nella freddissima ma accogliente Caserta. Questa volta ad accompagnare me e mia sorella non c’è Luana Montalbano, sostituita da Letizia Porcu, classe 2009, al suo esordio in questo campionato. La prima partita, ovvero l’ultima di ritorno, l’abbiamo giocata con l’Eureka, sfida importante per la classifica. Vinciamo 4-2 con le mie due vittorie su De Bianchi e Venditti entrambe per 3-1, e un punto perso e vinto a testa sia da Eva, sia da Letizia. Sono molto contenta per Letizia che alla prima esperienza in un campionato nazionale ha portato a casa il suo primo punto, giocando bene e molto attenta nel farsi guidare dal coach all’angolo. C’è ancora molto da lavorare, ma è stata una buona iniezione di fiducia che la stimolerà a dare il meglio anche in allenamento. Stesso dicasi per mia sorella Eva: il suo primo punto in campionato si sposa con un gioco in graduale progresso, segno che ha acquistato più fiducia rispetto allo scorso concentramento, affrontando le partite con meno paura, soprattutto con persone che sulla carta e poi anche sul campo sono più forti di lei. Aspetti venuti a galla soprattutto nella stracittadina con il Muravera. Eva ha giocato molto bene con Serena Anedda che esprime un gioco di difficile interpretazione. Nonostante ciò mia sorellina è rimasta tranquilla e per nulla impaurita, vincendo i primi due set. Ha continuato ad esprimersi ad ottimi livelli per tutta la partita ma Serena, con qualche anno in più di esperienza, alzando il suo livello ha meritatamente ribaltato le sorti del match vincendo 3-2 dopo una godibilissima sfida. Anche io ho perso 3-2 con Serena, ormai mia ex compagna di squadra. Tra gare e allenamenti condivisi non si contano le volte che ci siamo incrociate: conoscendoci a menadito, sull’esito finale ha inciso il contributo del coach avversario Floriana Franchi. Ha a che fare con che ero bambina e giustamente, al quinto set, ha suggerito a Serena di insistere sul mio punto debole, il dritto. Gli altri due punti li ha realizzati Michela Mura che pur non allenandosi, rimane una delle giocatrici più forti di questo campionato; ha vinto 3-0 sia con Letizia, sia con Eva.

La Muraverese Rosa in Campania con Alice, Gianluca, Eva mattana e Letizia Porcu

APPUNTAMENTI FUTURI

Ritorna il Tennistavolo delle alte sfere dove non mancano di essere protagoniste le compagini isolane. In A1 maschile, per la quarta giornata, si comincia sabato 20 febbraio 2021 con il Tennistavolo Norbello che sarà impegnato in un impegnativo test di centro classifica a Reggio Emilia. Come le due citate contendenti, anche la Marcozzi Cagliari si trova a quota quattro punti e posticiperà al primo pomeriggio di mercoledì 24 febbraio 2021 l’incontro casalingo con l’Aon Milano Sport Tennistavolo.

Per ciò che concerne la A1 femminile, il Quattro Mori Cagliari recupera giovedì 18 febbraio 2021 il match in trasferta con il Castel Goffredo. Due giorni dopo sarà invece impegnata sul campo del Tennistavolo Norbello in un derby da brividi in chiave salvezza (h:17:00).

Un Tennistavolo Norbello – Quattro Mori dello scorso anno

Scendendo di una categoria, la Marcozzi di A2 maschile ospita, sabato 20 febbraio 2021, il Pieve Emanuele.

Finalmente si anima il girone H della B2 che nel giro di ventiquattro ore offre due derby: il 20 febbraio 2021 si affrontano Muraverese B e Muraverese A. L’indomani esordio assoluto per il Muravera TT che “fa gli onori di casa” alla Muraverese A.

Print Friendly, PDF & Email