A NORBELLO UN NUOVO STAGE PARALIMPICO: RECORD DI ADESIONI ED ENTUSIASMO ALLE STELLE

L’aver ripreso l’attività nazionale dà un notevole impulso ai pongisti paralimpici sardi che rispondono in maniera soddisfacente allo stage convocato dal tecnico regionale Ana Brzan la scorsa settimana. Ecco i nomi degli atleti che hanno partecipato alla sessione fisico-tecnica tenutasi presso la palestra comunale di Norbello: Luca Bulla, Giancarlo Cossu (Tennistavolo Quartu), Mauro Mereu, Francesco Sanna, Giammarco Mereu (Tennistavolo Norbello), Manuela Casu, Lorenzo Sanna, Maurizio Scanu, Giovanni Battista Sanna (Tennistavolo Sassari), accompagnati dal tecnico nigeriano Segun Olawale.

I protagonisti sono stati seguiti passo dopo passo dallo staff del tecnico paralimpico che per l’occasione annoverava la fisioterapista Martina Corongiu, gli sparring Eleonora Trudu e Luigi Pusceddu.

Con la massima puntualità i giocatori si presentano nel luogo convenuto anche perché, prima di sguainare le racchette devono sottoporsi ai riti dell’impellente burocrazia, imbottita di protocolli covid da firmare.

La fase dedicata al riscaldamento viene principalmente coordinata da Martina Corongiu e di seguito sui tavoli dove subito dopo vengono svolti degli schemi su palla liscia. Tra un turno e l’altro la fisioterapista interagisce con gli atleti che ancora non aveva avuto modo di conoscere per poter elaborare una tabella di lavoro personalizzata. Dopo l’audizione ha formato dei piccoli gruppi da tre persone ciascuno per sottoporli ad esercizi di potenziamento muscolare utilizzando prevalentemente degli elastici e soffermandosi minuziosamente nelle spiegazioni affinché gli stessi movimenti possano essere ripetuti a casa in quanto necessari per le loro future performance sportive.

Al rientro dalla pausa via agli schemi su palla tagliata e alle esercitazioni con il cesto. Non sono mancate le partitelle anche in vista dell’ultimo concentramento dell’A2 paralimpica previsto l’8 e il 9 maggio in Sicilia. Prima dei saluti gran finale con lo stretching guidato da Martina.

Negli occhi di Ana Brzan e del presidente FITET Sardegna Simone Carrucciu che ha partecipato allo stage è facile percepire la grande soddisfazioni per queste poche ma intense ore di lavoro: “Sono contentissima perché finalmente eravamo in tanti – dice Ana – infatti nove atleti per uno stage paralimpico in Sardegna non sono pochi. E poi vedo sempre tanto entusiasmo tra i partecipanti e questo mi piace perché significa aver voglia di giocare e lavorare con grande impegno. In parecchi hanno bisogno di affinare un po’ la tecnica, perché non giocano da tempo, a parte le parentesi di campionato. E infatti siamo stati molto attenti nel migliorare questo aspetto. Ringrazio gli sparring, molto disponibili nel darmi una mano, e anche Martina Corongiu che ha operato con professionalità suscitando l’entusiasmo di tutti noi”.

Esercitazioni sui tavoli
Esercizi con la fisioterapista Martina Corongiu
Foto ricordo dello stage paralimpico del 17 aprile 2021
Il tecnico regionale paralimpico Ana Brzan illustra gli esercizi ai suoi atleti
La fisioterapista Martina Corongiu

IL 25 APRILE “SI LIBERANO” LE GIOVANI PROMETTENTI FORZE

Nuovo stage riservato alle forze vivaistiche sarde che si terrà a Muravera domenica 25 aprile 2021. Ecco l’elenco dei convocati dal tecnico regionale Francesca Saiu: Elena Kuznetsova, Luca Broccia, Manuel Broccia, Nicolò Carta, Francesco Sogus (TT. Guspini), Emanuele Cuboni, Francesca Seu (AD Muravera TT), Eva Mattana, Marco Dessi (ASD Muraverese TT), Gioele Puddu (TT. La Saetta), Laura Pinna, Simone Demontis, Nicola Cilloco (TT. Sassari), Letizia Pusceddu (TT. Torrellas Capoterra), Varis Lai, Zegmus Lai (TT. Marcozzi).

L’allenatrice sarrabese sarà coadiuvata dagli sparring Michele Buccoli, Nicola Pisanu, Andrea Piras, Aurora Piras e dal preparatore atletico Marco Pintus. Si comincia alle 09:30, il rompete le righe alle 18:00.

Laura Pinna del Tennistavolo Sassari

PRESTO AL VIA I CAMPIONATI DI SERIE C2, C VETERANI E C FEMMINILE

Tra i contenuti emersi durante la Conferenza permanente degli Organi Federali presieduta dal presidente FITET Renato Di Napoli spicca quello riguardante il riavvio delle attività agonistiche a squadre relative ai Campionati Regionali di promozione alle serie nazionali della prossima stagione. Nello specifico ci si riferisce ai campionati di serie C2 maschile, serie C femminile e serie C veterani maschile, mai cominciati per ragioni pandemiche e che dovranno essere disputati in un lasso di tempo ristretto compreso dal 25 aprile e il 30 giugno. Il presidente Fitet Sardegna Simone Carrucciu non ha perso tempo e nel giro di pochi giorni, con l’approvazione dei consiglieri Gian Luca Mattana (vicepresidente), Michele Lai, Francesco Maria Zentile e Maurizio Muzzu, ha convocato su piattaforma Zoom i rappresentanti delle società (regolarmente iscritte ai suddetti campionati ad inizio stagione 2020 – 21), per sondare gli umori. Nel lasso di tempo a disposizione bisogna fare i conti con un calendario agonistico che prevede anche i campionati italiani di categoria e giovanili. “Abbiamo chiesto alle società una conferma di partecipazione tempestiva in modo da poter organizzare i gironi nel più breve tempo possibile – ha dichiarato Simone Carrucciu – e come è già successo per la Coppa Italia Assoluta 2021, nei limiti del possibile, faremo in modo che le squadre possano sfidarsi con molta elasticità, favorendo l’accordo unanime tra le parti. L’iniziativa ha colto tutti di sorpresa ma penso che i nostri praticanti saranno molto felici di continuare l’attività fino alla fine dell’anno agonistico”.

Durante la riunione dei presidenti promossa dalla Fitet Sardegna
Il presidente Fitet Sardegna Simone Carrucciu

SERIE A2 FEMMINILE: INUTILI PIAZZE D’ONORE PER TENNISTAVOLO NORBELLO E QUATTRO MORI

MURAVERA TT CON QUALCHE RAMMARICO

Anche la regular season della A2 femminile chiude i battenti. Tennistavolo Norbello e Quattro Mori Cagliari si fermano al secondo posto, ma diversamente dagli anni scorsi, l’attuale regolamento impedisce loro di prendere parte ai play off promozione in quanto entrambe le società partecipano anche al campionato di A1 femminile.

Il Muravera TT chiude questa esperienza tra alti e bassi a conferma che la squadra se l’è giocata con tutte, deboli e forti.

Nel girone A il Tennistavolo Norbello si congeda con una vittoria ed una sconfitta. Al concentramento di Mazzano si presenta con Gohar Atoyan, Gaia Smargiassi e l’innesto Martina Mura che non si aspettava questa convocazione in quanto protagonista nel campionato di serie B femminile.

“Non poter giocare i play off di serie B non mi ha sconvolto – dice la pongista cagliaritana – ma sicuramente mi è dispiaciuto parecchio. Per una volta stavo giocando un campionato adatto a me, al mio stato fisico, ed i play off sarebbero stati il momento giusto per dimostrarlo. Inoltre, mi è dispiaciuto per le mie compagne di squadra che se per qualsiasi imprevisto si trovassero a dover combattere da sole, io non potrei fare nulla per dare una mano. Il livello dell’A2 è sempre buono, ma nel caso del nostro girone, vista la penuria di squadre partecipanti, si è omogeneizzato. La prima gara l’abbiamo persa 4-1 ma il risultato poteva essere tranquillamente ribaltabile a nostro favore. La formazione era quella che volevamo: se io mi fossi sacrificata subito con Wang, Gaia e Gohar avrebbero potuto fare i punti sulle altre due. Gohar, pur giocando bene, non riesce ad allontanare la tensione, facendosi scappare la vittoria con Serena Rad. Gaia vince agevolmente la prima partita su Elettra Valenti e lotta come una leonessa in quella contro Wang, anche se con un po’ più di concentrazione e di allenamento alle spalle, poteva ambire a qualcosa di più. Contro la Rad sono partita dando per scontato l’esito; ritrovato il gioco le strappo un set. Purtroppo, la concentrazione andava e veniva; anche questo, però, avrebbe potuto essere un punto per noi perché tutti i set sono finiti ai vantaggi.

Nella seconda partita, senza aspettarcelo, riusciamo a dominare. Gaia parte benissimo contro Sofia Mesceri, battendola a mani basse: non ho dubitato nemmeno per un attimo, si è espressa veramente bene. Il secondo punto l’ho portato a casa io, contro ogni pronostico. Sono partita cercando di fare il possibile ma consapevole del valore dell’ avversaria, Francesca Trotti. Nel primo set, sul sette pari, ho realizzato quanto fosse fattibile gestire a mio favore la partita; e se fossi riuscita a tenere concentrazione e coraggio avrei potuto ottenere qualcosa di inatteso. Così è stato. Ho dato il massimo, sebbene il suo gioco mi mettesse spesso in grande difficoltà; ma con la grinta che credo di non aver mai avuto prima, intasco un secondo splendido punto per la nostra squadra. Ero titubante perché, rispetto all’ultima partita di serie B, sono entrata in campo con pochissimi allenamenti alle spalle, quindi senza la sicurezza di poter contare sullo stato di forma. Ma tentandoci in ogni modo, volevo dimostrare, in primis a me stessa, che tutti i sacrifici fatti non erano vani. Nel terzo incontro entra in campo una Gohar sicuramente tranquilla e maggiormente concentrata, forse anche per l’inatteso doppio vantaggio. Non l’avevo mai vista giocare così bene; a un certo punto l’avversaria, Jessica Ramazzini, non sapeva più cosa fare per contrastarla. È stata una bella partita. Infine, Gaia gioca l’ultimo punto, sudatissimo, perché era sfinita e fisicamente stanca: certamente questo periodo di stop forzato non l’ha aiutata a tenere tutte queste partite. Ma riesce, nonostante tutto, a riprendersi e a restare dura fino alla fine, fissando il risultato su uno schiacciante 4-0. Ci riteniamo soddisfatte anche perché non potendo giocare i play off, non potevamo augurarci di meglio. Mi dispiace solo per il primo incontro che poteva essere dal risultato opposto, ma ci siamo riprese alla grande. Ci tengo a ringraziare la mia squadra di serie B, sia per l’aver cercato una soluzione per potermi permettere di giocare i play off con loro, sia per il supporto durante questo week end. Nell’ordine: a chi a modo suo ha detto di credere sempre in me, a chi mi ha detto di essere orgogliosa per il percorso che sto facendo come giocatrice e anche a chi ha detto di farmi fare l’antidoping perché incredula del mio risultato”.

da sx Gaia Smargiassi, Gohar Atoyan e Martina Mura
Martina Mura (Foto Sergei Plishenko)

Il Quattro Mori Cagliari era impegnato nel concentramento del girone C disputato a Castel Goffredo, con una sola gara da disputare. Il consuntivo di Marina Conciauro: “Abbiamo vinto contro l’ACSI Pisa 4-0 con due punti di Larissa Lavrukhina su Chiara Rensi e Olivia Maria Maturanza, un punto mio sulla nigeriana Olayinka Ajala ,un punto di Madalina Pauliuc su Maturanza. Siamo arrivate seconde dopo il Castel Goffredo, ma non possiamo giocare i playoff avendo già una squadra in A1”.

Madalina Pauliuc del Quattro Mori Cagliari

A Roma era invece impegnato il Muravera TT (girone D), costretto agli extra perché oltre alle due gare in calendario, c’era da recuperare quella contro il TT Vasto. E per il gioco delle combinazioni, la squadra abruzzese è stata affrontata due volte nello stesso giorno. In definitiva l’esperienza si è chiusa con due pareggi, una sconfitta e il penultimo posto finale. Al tecnico accompagnatore Nicola Pisanu il compito di commentare le tre sfide, cominciando con la sconfitta patita dalle padrone di casa dell’Eureka.

“All’andata vincemmo 4-1 ma le nostre avversarie erano prive della loro numero 1 e nostra ex giocatrice, Monia Franchi. Nella gara di ritorno invece le romane giocano al completo. Sofia Ivanova porta a casa gli unici due punti tra cui quello proprio contro Monia dopo bella battaglia con tanti alti e bassi. L’altro incontro, svolto sullo 0-0, lo conquista ai danni della giovane Giulia Varveri. Aurora Piras ha combattuto alla grande contro Monia Franchi dimostrando che, quando gioca al massimo delle sue possibilità, il suo livello tecnico sale tantissimo; purtroppo nulla ha potuto anche contro l’altra nostra ex Alejandra Rojas. Proprio quest’ultima ha sconfitto Sara Congiu in un match particolare dove la mia cuginetta inizialmente sembrava poterla dominare ,essendosi portata sul 2-0. Ma quando sembrava quasi fatta, Rojas è stata brava a cambiare tattica. Sara si è smarrita e complici qualche retina/spigolo di troppo, il risultato è stato ribaltato a favore della romana. Sara purtroppo perde 3-0 pure con Giulia Varveri, non riuscendo mai a entrare nel match”.

Disputiamo poi il primo dei due incontri che ci ha visto di fronte al Tennistavolo Vasto. In principio si affrontano le due numero 1: Sofia Ivanova e Claudia Carassia; la nostra straniera è stata brava, nei momenti fondamentali, a giocare sempre la palla migliore. Sara gioca contro Cerritelli e dopo oltre trenta minuti avvincenti vince la batte quinto set. Aurora “Lolla” rischia di soccombere contro Ciferni, sempre al quinto set. Poi si ricrede, non molla e con qualche aiutino (servizi e schiacciate sbagliati dell’avversaria) ottiene un punto molto importante per noi. Torna in campo Sara opposta a Carassia. Dopo un incontro a senso unico la nostra atleta perde 3-0. Ci pensa Sofia a riportare la nostra squadra in vantaggio, regolando la subentrata Mardari con un netto 3-0. Sul 3-2 per noi Aurora niente può contro Cerritelli che riesce ad agguantare il pari finale con un eloquente 3-0.

Il gruppo femminile del MuraveraTT in trasferta a Roma

La terza uscita ci vede nuovamente impegnati contro il Vasto. Paolo Caserta tecnico ospite, decide di lasciare fuori Claudia Carassia, sostituita da Marzia Comparelli. Anche questo incontro lo pareggiamo pur avendo diverse chance di vittoria. Oltre ai soliti due punti di Sofia Ivanova, alla quale faccio i miei complimenti per aver concluso la stagione col 75% di vittorie (3^ giocatrice del campionato), anche Sara ha avuto a disposizione diversi match point, non sfruttati, contro Giulia Ciferni. Registriamo anche la sconfitta, sempre al quinto, contro Mardari. Aurora invece vince per 3-0 contro Comparelli e si arrende 3-0 nell’ultimo decisivo match, opposta a Ciferni.

Alla fine della regular season ci ritroviamo al quinto posto con alle spalle soltanto l’Eureka Roma. Siamo consapevoli di aver disputato, nel bene e nel male, un discreto campionato che si è dimostrato abbastanza equilibrato. Noi, è vero, abbiamo perso contro l’ultima della classe (che comunque annoverava valide giocatrici); in compenso siamo riuscite a bloccare sul pari la capolista TT Ennio Cristofaro. Complimenti in primis a Sofia che alla sua prima stagione per il buonissimo livello di gioco espresso sempre in crescendo. Complimenti anche a Sara e Aurora che comunque, nel loro piccolo, hanno dato del filo da torcere a diverse avversarie anche più quotate di loro”.

AL VIA IN UMBRIA I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI UNDER 21 E JUNIORES 2021

Partono il prossimo 24 aprile 2021 i Campionati Italiani Giovanili Under 21 e Juniores in programma al PalaTennistavolo “Aldo De Santis” di Terni fino al 1° maggio.

Di seguito l’elenco dei pongisti tesserati in Sardegna che prenderanno parte all’evento:

Carlo Rossi (Foto Giuseppe Rossi)

Juniores femminile: Sara Congiu, Michela Mura (Ad Muravera TT), Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari), Martina Bonomo (Tennistavolo Sassari).

Squadre femminili juniores: Muravera TT

Under 21 maschile: Carlo Rossi, Antonino Amato (Marcozzi Cagliari), Marco Poma (Tennistavolo Sassari), Massimiliano Benvegnu’ (TT Santa Tecla Nulvi).

Print Friendly, PDF & Email

Share and Enjoy !

0Shares
0 0