UN BEL REGALO DI NATALE SPECIALE CON CONTRIBUTI IMPORTANTI PER TUTTE LE SOCIETA’ SARDE AFFILIATE FITET

BUONE FESTE A TUTTO IL MOVIMENTO

Gli auguri di Natale da parte della Fitet Sardegna non sono mai stati così pieni di sorprese per l’intero giro pongistico regionale. Il presidente della Fitet Sardegna Simone Carrucciu, in sintonia con il neoeletto consiglio ha convocato i rappresentanti di tutte le società isolane in via telematica. L’adesione è stata alta e gli astanti hanno potuto apprendere per prima cosa che dal 16 – 17 gennaio in poi riprenderanno gradualmente tutti i campionati nazionali.

Sulla sorte di quelli regionali bisognerà invece attendere l’inizio 2021 per valutare meglio la situazione in Sardegna, ma l’incontro virtuale prenatalizio è servito per capire meglio le situazioni vissute da molti sodalizi sportivi che purtroppo non possono ancora utilizzare le palestre, principalmente quelle scolastiche.

Dopo qualche momento di sconforto, gli animi si sono rasserenati quando il presidente Simone Carrucciu ha snocciolato gli importi destinati a tutte le società che hanno risposto al bando 2020 della Fitet Sardegna, coinvolta nell’assegnazione di un importante contributo deliberato dalla Regione Sardegna attraverso la Legge Regionale n. 22 del luglio 2020 per contrastare i disagi provocati dal Covid.

Il presidente della Fitet Sardegna Simone Carrucciu (Nonsolofoto Cagliari)

“Nella storia della Fitet Sardegna non era mai accaduto di dover distribuire alle nostre realtà pongistiche, dalle più grandi alle più piccole – ha spiegato il presidente Simone Carrucciu – importanti risorse in un colpo solo. Mi rende felice sapere che tutti siano rimasti soddisfatti dei criteri adottati per le ripartizioni. Sono state prese in considerazione le molteplici sfumature che contraddistinguono l’attività di un club, ovviamente nel rispetto delle linee guida della RAS: tesserati, attività olimpica e paralimpica, settori giovanili, collaborazione con la Fitet Sardegna per l’attività federale, ecc. A prescindere da questi aspetti, la suddivisione prevedeva un contributo fisso uguale per tutti. Mi spiace per quelle società che non rispondendo al bando, hanno perso una grande occasione, spero irripetibile se vertesse su queste stesse motivazioni; vorrebbe dire essere ritornati finalmente alla normalità”. E vista l’occasione gioiosa Carrucciu si congeda così: “ A nome del Consiglio Regionale e di tutti i collaboratori auguro i migliori Auguri di Buone Feste e di un Buon 2021”.

GLI STAGE GIOVANILI REGIONALI TENGONO ALTE LE SPERANZE

Da quando è iniziata la nuova stagione agonistica 2020 – 21 lo staff a disposizione del tecnico regionale Francesca Saiu è stato ripetutamente chiamato a dare il proprio contributo per tenere accesa la voglia di stare vicino ad un tavolo a tantissimi giovani che non possono ancora disputare gare ufficiali per vie delle restrizioni anti covid.

Ad oggi si contano tredici stage di cui due dedicati a singole società (Torrellas Capoterra e TT Guspini).

Durante lo stage giovanile regionale

Uno sforzo di cui non si pente il Comitato Fitet Sardegna che dopo la rielezione di Simone Carrucciu ha provveduto, senza una minima titubanza, a riconfermare Francesca Saiu come tecnico regionale, riconoscendole con sempre più convinzione l’ottimo lavoro svolto, in piena sintonia, assiduo e qualitativamente alto nel tentativo di rendere competitive le giovani speranze del tennistavolo isolano, senza mai trascurare le “seconde linee” che rivestono comunque un ruolo preminente per garantire un buono e costante serbatoio al movimento.

Tra estate e autunno i vari appuntamenti si sono tenuti nella palestra comunale di Muravera, grazie alla preziosa disponibilità della società locale Muravera TT presieduta da Luciano Saiu.

L’ultimo della serie è datato 13 dicembre e ha visto la partecipazione dei seguenti atleti: Sara Congiu, Aurora Piras, Serena Anedda, Francesca Seu, Michela Mura, Nicola Macis (AD Muravera TT), Alice Mattana, Eva Mattana, (ASD Muraverese TT), Letizia Pusceddu, Jacopo Pusceddu (TT. Torrellas Capoterra).

Esercizi fisici a Muravera

A coadiuvare il tecnico regionale gli sparring Nicola Pisanu (vedere intervista in basso), Michele Buccoli e il preparatore atletico Marco Pintus.

UN GIOVANE AL SERVIZIO DEI PIU’ PICCINI: L’ESPERIENZA DI NICOLA PISANU

Nato e cresciuto pongisticamente a Muravera, Nicola Pisanu, appena 26 primavere alle spalle, può essere già definito un veterano del tennistavolo, visto che è dalla tenera età che gioca nelle serie nazionali e dà una mano importante all’interno della sua società.

Nonostante gli impegni lavorativi riesce a dare il suo contributo anche al Comitato: “Stiamo attraversando un periodo davvero complicato, più unico che raro – riflette Nicola – e sinceramente, mi auguro che possa terminare al più presto”.

Nicola Pisanu

Però non rimanete con le mani in mano

Siamo molto contenti della possibilità che il comitato Fitet Sardegna ci sta dando, e questo stato d’animo cerchiamo di trasferirlo ai vari atleti sardi che vengono convocati agli stage. Stare lontani dalle gare per così tanto tempo crea svantaggi notevoli ai pongisti.

Come state cercando di alleviare questo problema?

Con il lavoro in palestra, fondamentale per la loro crescita. Cerchiamo di dare alcuni stimoli che probabilmente sono andati a scemare da quando non si giocano più partite vere e proprie. Penso che tutti stiano recependo il nostro messaggio e lo deduciamo dagli importanti riscontri avutisi dalle società che collaborano durante gli stage.

Si vedono miglioramenti concreti?

Si, sia sotto l’aspetto pongistico, sia sotto quello atletico perché ci riteniamo davvero fortunati ad avere all’interno dello staff una persona cosi professionale come Marco Pintus. Basta osservarlo come somministra continuamente i circuiti ai vari atleti che partecipano agli stage; ci ritroviamo con una persona competente, con a cuore la sorte degli atleti.

Di più non si poteva avere..

Quando i tecnici delle società gli chiedono continuamente informazioni su come lavorare sui loro piccoli tesserati, vuol dire che il messaggio è stato percepito nella sua completezza. Coloro che frequentano gli stage sono prima di tutti atleti e poi pongisti.

Parlaci del tuo staff

Siamo davvero un gruppo molto molto affiatato; io collaboro tutti i giorni col tecnico regionale Francesca Saiu, essendo anche tecnico dell’ Ad Muravera TT. So come lavora, quello di cui ha bisogno e quello che chiede agli atleti. I miei stessi compiti li svolge anche Michele Buccoli, di appena quattro anni più piccolo di me. Anche con lui ci troviamo alla grande perché siamo totalmente legati dalla passione per questo sport e a entrambi fa piacere constatare la crescita del movimento.

Si lavora con impegno nello stage di Muravrra

Concludendo, non ti resta che..

Ringraziare il comitato Fitet Sardegna per aver dato a noi e a tutto il movimento pongistico sardo la possibilità di confrontarsi continuamente sempre nel rispetto delle norme anti-covid. Non vedo l’ora che inizino i campionati, e veder gareggiare i nostri atleti sardi nelle loro specifiche competizioni. Intanto continueremo con gli stage che rappresentano un indispensabile toccasana.

STAGE PARALIMPICO PRE VACANZIERO CON L’INTRODUZIONE DELLA FISIOTERAPISTA

Le defezioni dell’ultimo minuto non hanno impedito al tecnico regionale Ana Brzan (riconfermato a pieni voti anche per la prossima stagione) e al suo staff, per l’occasione composto dalle sparring Martina Mura ed Eleonora Trudu, di presentare al resto dei partecipanti una nuova figura di supporto, Martina Corongiu, laureata in scienze motorie e fisioterapista di professione presso un centro di riabilitazione sanitaria. Durante tutto lo stage regionale aperto a tutte le società sarde e tenutosi nell’impianto comunale di Norbello, i fruitori hanno avuto preziose indicazioni su come effettuare particolari esercizi personalizzati volti all’incremento del benessere fisico nella vita quotidiana. “Ringrazio di cuore Martina Corongiu – ha dichiarato Ana – per aver accettato con entusiasmo di fare parte del nostro gruppo”. Una new entry si è vista anche tra i partecipanti con la prima volta assoluta di Maurizio Scanu proveniente dal Tennistavolo Sassari. Gli hanno fatto compagnia diverse presenze assidue come Giammarco Mereu (Tennistavolo Norbello), Giancarlo Cossu (Tennistavolo Quartu), Luca Paganelli (Muraverese).

I partecipanti allo stage paralimpico di Norbello

Ad osservare l’evoluzione dei lavori c’era il presidente Simone Carrucciu, rimasto molto soddisfatto dal lavoro fatto e dal bell’ambiente, molto affiatato, che Ana e compagne sono riuscite a creare tra i presenti.

Si gioca sui tavoli

“Abbiamo voluto dare continuità al lavoro svolto in precedenza – continua Brzan – specie in un periodo per niente facile. Oltre a soffermarci sulla preparazione fisica, la seduta di allenamento è stata suddivisa in varie fasi: schemi, cesto, servizi e partitelle. Tutto è filato liscio senza problemi, rispettando le norme di sicurezza. Approfitto per ringraziare tutte le collaboratrici per il prezioso aiuto e il presidente Fitet Sardegna Carrucciu per la fiducia. Buon Natale e buon anno a tutti”!

Esercizi condotti dalla fisioterapista Martina Corongiu

L’11° TROFEO INTERNAZIONALE “CITTA’ DI NORBELLO” SFIDA IL COVID CON IMPERIOSE MISURE DI SICUREZZA

Riflessa negli occhi dei pongisti è la gioia di provare l’ebrezza di una gara vera e propria dopo tanti mesi di digiuno. Seppur fiocamente, nel centro Sardegna avvampano i fuochi della rinascita agonistica grazie all’undicesima edizione del Trofeo Internazionale “Città di Norbello” che l’otto dicembre 2020 ha ospitato il Test Match tra la Nazionale italiana e un team di pongisti stranieri riunitisi nel “Resto del Mondo”.

La Palestra comunale di Norbello ha ospitato la Nazionale italiana
Saluti finali con la Nazionale Italiana (Nonsolofoto Cagliari)

Il risultato di 5-0 per gli azzurri non fa testo, rispetto alla valenza dell’evento che ha visto come ospite d’eccezione il presidente della Fitet Renato Di Napoli. Le sue parole compiaciute, sia per la location impeccabile, sia per l’efficienza delle forze umane dispiegate, premiano gli sforzi degli organizzatori che hanno allestito una macchina perfetta sotto ogni profilo. I pochissimi eletti che hanno partecipato, oltre ai protagonisti della sfida (quattro donne e quattro uomini) e agli arbitri, facevano parte dello staff. Tutti intenti a dare il benvenuto agli ospiti, metterli a loro agio, raccogliere certificazioni, misurare le temperature e soprattutto effettuare i test COVID-19 di rito.

Medaglia ricordo (Nonsolofoto Cagliari)
Renato Di Napoli e Simone Carrucciu (Nonsolofoto Cagliari)

Seppur a porte chiuse la manifestazione si è potuta ammirare in tutto il mondo grazie alla diretta streaming allestita dal Tennistavolo Norbello attraverso il sito www.trofeocittadinorbello.it che prossimamente pubblicherà il video scremato dai tempi morti per una fruizione più godibile della competizione. Da tradizione sono state esposte le tre foto vincitrici della decima edizione del Concorso Fotografico Internazionale “Obiettivo Tennistavolo” che mai come questa volta ha destato l’interesse degli appassionati. I premi saranno consegnati in Polonia, Italia e Russia.

Vita in diretta streaming
Un’intervista e tre microfoni (Nonsolofoto Cagliari)

L’ELENCO DELLE SOCIETA’ ISCRITTE AI VARI CAMPIONATI NAZIONALI

Con poche date a disposizione dettate come sempre dall’emergenza pandemica la serie A1 maschile che originariamente sarebbe dovuta cominciare a novembre si dipanerà in undici giornate (di sola andata) a partire dal week – end del 15 – 17 gennaio 2021. Due i club sardi impegnati: il Tennistavolo Norbello esordirà in trasferta ospite del fortissimo Top Spin Messina. La Marcozzi Cagliari giocherà in casa della matricola S. Espedito Napoli. Anche semifinali, finali scudetto e play out saranno di sola andata.

Il club di via Crespellani è protagonista nel girone A della A2 maschile che comincerà nelle stesse date della serie ammiraglia con una trasferta in Piemonte (Tennis Tavolo Torino). Seguiranno altre sei giornate di gare.

Scendendo di una categoria (B1) troviamo il Tennistavolo Sassari che sarà impegnato nel girone B con sette incontri di sola andata. Prima assoluta (e casalinga) il 16 gennaio 2021 contro l’Apuania Carrara A.

Sei team isolani protagonisti nel girone G della B2, composto in tutto da otto compagini. Nel terzo fine settimana di gennaio queste le gare che interesseranno gli appassionati sardi: Il Cancello Alghero – Muraverese B; Santa Tecla Avis Nulvi – Muraverese A; Santa Tecla Coop. San Pasquale Nulvi – Muravera TT.

In C1 stesso criterio delle serie precedenti con soli incontri d’andata. Nel girone N sono tre le squadre isolane che prenderanno il via con le seguenti sfide del 16 gennaio 2021: Enrico Fermi Iglesias – T.T. Guspini; Tennistavolo Sassari – King Pong.

Nel settore femminile, la A1 annovera tra le altre il Tennistavolo Norbello e il Quattro Mori Cagliari. In questo caso, dopo dieci giornate di andata e ritorno, le prime due classificate disputeranno una sfida secca in casa della miglior posizionata. Le gare iniziali: Paninolab Bagnolese – Quattro Mori Cagliari; Tennistavolo Castel Goffredo – Tennistavolo Norbello (16/01/2020).

La A2, come sempre a concentramenti, comincerà il 24 gennaio 2021. Le tre protagoniste sarde sono state spalmate in tre dei quattro gironi da sei squadre che compongono il campionato: Tennistavolo Norbello (girone A), Quattro Mori Cagliari (girone C), Muravera TT (girone D).

Dieci i gironi della serie B con queste destinazioni: Tennistavolo Sassari (girone G, cinque squadre), Tennistavolo Norbello (girone H, sei squadre), Muravera TT e Muraverese TT Rosa (girone I, 5 squadre). Si parte il 24 gennaio 2021.

Print Friendly, PDF & Email

Share and Enjoy !

0Shares
0 0