⁃ Gioco ritrovato –
Domenica speciale per i ragazzi del La Palma MU che dopo le distrazioni legate alla sessione svincoli si ritrovano con una rosa ridimensionata numericamente ma vogliosa di dimostrare al Mister Willi Mocci la fiducia concessa. Arriva al campo Cras un avversario ostico, la Futura Calcio Sales, che ha sempre impensierito la compagine cagliaritana nelle precedenti occasioni. Inizia l’incontro e già si vede che sarà una bella partita. Entrambe le formazioni giocano un bel calcio con palla a terra e tanti scambi apprezzabili. I padroni di casa si rendono però più pericolosi in diverse occasioni sprecando anche favorevoli occasioni per passare in vantaggio. Al minuto 25’ il vantaggio arriva per merito di Fabio Piras che è lesto a depositare in rete un perfetto traversone da sinistra di Alessio Pampaglini. Termina la prima frazione di gioco col vantaggio dei padroni di casa e senza   che gli ospiti creino pericoli alla porta ben difesa da Nicolas Pilloni oggi meritatamente con la fascia di capitano al braccio. Inizia la ripresa e la supremazia territoriale dei ragazzi di Mister Mocci è sempre più evidente. Si arriva al minuto 14’ quando Fabio Piras in seguito ad uno scontro in area cade a terra ed il direttore di gara decreta un calcio di rigore alquanto generoso. Si incarica del tiro dal dischetto Alessandro Manca che non dà scampo al portiere avversario calciando con precisione sotto la traversa e dando via da quel momento al suo show. Passa un minuto infatti e sempre Alessandro Manca prende palla in area avversaria e con uno strettissimo slalom si libera di almeno cinque avversari e sull’uscita del portiere lo trafigge e sigla il 3 a 0 per la sua squadra. Non è finita qui, al minuto 30’ infatti su caparbia azione di Alessio Pampaglini, oggi decisamente uno dei migliori in campo con Riccardo Brai, che libera in area il neo entrato Tommaso Unida che con grande astuzia attira su di se il marcatore ed anziché provare il tiro in porta con grande altruismo serve Alessandro Manca che solo davanti al portiere deposita in rete la palla del 4 a 0 e della sua personale tripletta. C’è tempo per una ripartenza avversaria ma è attento il neo entrato Santiago Atzori a bloccare a terra con una bella parata e mantenere inviolata la porta di casa. Triplice fischio e tutti proiettati ora alla prossima partita prima della sosta natalizia. Tutti al lavoro.
Marcello Zucca per Medasa.it

Print Friendly, PDF & Email