— Senza storia la vittoria —

 

In una giornata primaverile arriva al campo Cras a dar filo da torcere alla capolista La Palma MU la Fortitudo Guspini. Inizio col botto per i padroni di casa che mettono subito in chiaro le cose andando in vantaggio al minuto 1’ con Alessio Pampaglini, raddoppiando al minuto 7’ con una azione personale di Martino Cocco, triplicando al minuto 15’ con Simone Vadilonga e portandosi sul 4 a 0 al minuto 16’ ancora con Alessio Pampaglini. Partita oramai chiusa e netta supremazia territoriale dei cagliaritani che non concederanno agli avversari nemmeno un tiro in porta e solo sporadiche apparizioni nella propria metà campo. Prima che si chiuda il primo tempo ci sono ancora due segnature ad opera di Giacomo Puddu al minuto 30’ ed ancora Simone Vadilonga al minuto 34’. Si va al riposo sul punteggio di 6 a 0. Inizia la ripresa ed il Mister Willi Mocci da spazio a tutti gli uomini in panchina, fra i quali segnaliamo l’esordio in campionato di Edoardo Giua Marassi, ma il senso della gara non cambia. Al minuto 4’ Alessio Pampaglini realizza la sua tripletta personale ed un minuto dopo, siamo al 5’ è Simone Vadilonga che anch’egli mette a segno il suo terzo sigillo nella gara. Oramai è festa del goal. Al minuto 8’ è il neo entrato Lorenzo Manduzio a depositare in porta con una bella girata di testa. Al minuto 13’ c’è gloria anche per Dario Stochino che realizza su calcio di rigore concesso per un netto fallo in area. Tocca poi a Leonardo Baldussu depositare in rete al minuto 21’ il pallone dell’11 a 0. Nei minuti finali, al minuto 32’ è Federico Simbula a chiudere l’incontro realizzando il dodicesimo goal. Peccato perché ci poteva essere anche il goal numero 13 grazie ad punizione calciata magistralmente da Giulio Caddeo all’incrocio dei pali ma il direttore di gara annulla inspiegabilmente. Festa del goal quindi al campo Cras ma occorre tenere sempre alta la concentrazione per i prossimi impegnativi incontri. Tutti al lavoro.

Marcello Zucca per medasa.it

Print Friendly, PDF & Email