Il Calcio non è solo rincorrere un pallone è una passione, uno stile di vita che va ben oltre il sano agonismo di chi per anni la domenica pomeriggio si mette le scarpette chiodate.
Alla fine si diventa tutti amici e quale miglior modo, in questo periodo della nostra vita segnato da una Quarantena forzata, se non quello di riunirsi tutti assieme su i Social per parlare del gioco più bello del Mondo?
Ci ha Pensato Marco Micheli (ex calciatore) che su Facebook ha creato Ogliastra Calcio (https://www.facebook.com/groups/579289276017597/), una sorta di ricordo storico del calcio Ogliastrino al quale tutti gli amanti. ed ex calciatori Ogliastrini non hanno mancato di dire la loro e di postare foto del passato e del presente, splendide foto di un calcio che non c’è più ma che rivive appunto su Ogliastra Calcio.
Si passa dalla foto della prima squadra Ogliastrina (foto di oltre cento anni fa), ai pali storti del campo di Sadali, al mitico Gennauara di Lanusei, agli improbabili campi degli anni 50 di Tertenia e di tutta l’Ogliastra.
Un calcio fatto di voglia di giocare di passioni che rivivono anche nei post che raccontano aneddoti e storie vissute in prima persona da gli stessi membri del gruppo.
Un bel tuffo nel passato remoto e in quello recente degli eroi delle Domeniche Calcistiche Ogliastrine.

Non potevamo farci sfuggire l’occasione di intervistare il fondatore di Ogliastra Calcio  Marco Micheli che con grande impegno sta portando avanti questa bella iniziativa.

 Come è scoccata la scintilla per la creazione di Ogliastra Calcio?

Una mattina mi arriva un messaggio da parte di mia cugina Sabrina che abita in Germania che mi invita a pubblicare una foto di quando ero piccolo per continuare una catena che lei aveva iniziato. Non essendo molto favorevole a riguardo, in un primo momento non ho accettato. Successivamente preso dal rimorso ho pensato: Lo faccio! E ho postato una foto di un cartellino di calcio di quando avevo 13 anni. Ci sono stati molti amici che hanno commentato e che mi hanno fatto riflettere per alcuni giorni, nei viaggi che regolarmente faccio, per motivi di lavoro, da Gavoi a Lanusei sulla possibile creazione di un gruppo dove poter fare rincontrate tutte quelle persone che nei tanti anni passati avevano solcato i rettangoli di gioco Ogliastrini. Ho telefonato a Giuseppe Rubiu e Aldo Pistis, successivamente ai miei amici di vecchia data Massimo Deplano e Adriano Micheli e ho spiegato cosa avevo in mente. L’idea è stata accolta all’ unanimità e siamo partiti pubblicando, in sordina alcune foto. È stato un successone e sono felicissimo per tutto quello che è stato pubblicato da tanti amici. Certo trovare a casa tante persone bloccate dal Corona virus ha fatto sì che in poco più di 45 giorni abbiamo superato i 1600 iscritti.

 Pensavi di attirare così tanti calciofili nel gruppo?

Quando crei un gruppo non sai mai cosa potrà succedere successivamente. Mi ha aiutato molto il fatto che ho giocato più di 20 anni e in questo arco di tempo  ho conosciuto molta gente a cui poi sono rimasto legato. E’ bastato invitare alcuni amici e poi tutto è andato da solo, certo non immaginavo un successo così importante a livello di iscritti in così poco tempo. La cosa che mi ha sorpreso è che tutti sono disponibili ad accettare le semplici regole che regolano il nostro gruppo. Abbiamo eliminato pochi commenti o frasi offensive, tutti bravi.

 Quale è stata la molla che è scattata nei componenti del gruppo per poi aprirsi e parlare del calcio che fu e che è ora in Ogliastra?

Nessuno aveva pensato a creare OGLIASTRA CALCIO, o perlomeno qualcosa che parlasse in modo diretto del calcio vissuto e giocato in Ogliastra. La difficoltà era quella della riservatezza, che praticamente non è mai esistita dal momento che tutti, indistintamente hanno iniziato a commentare vecchie foto o aneddoti di spogliatoio in tutta tranquillità coinvolgendo spesso altri compagni di squadra.  

Quali sono le foto che ti hanno emozionato ?

Quelle in bianco e nero hanno un fascino particolare, trasmettono emozioni diverse causate dal periodo che rappresentano. Vedere foto con porte formate da pali e traverse fatte di ginepro storto senza reti oppure le stesse bloccate da sassi posizionati sopra. Scoprire squadre di periodi dove ancora non ero nato mi fà pensare e immaginare come si potesse giocare in campi al limite della praticabilità, con righe e tracciature fatte a mano, spogliatoi fatiscenti o inesistenti eppure la festa andava avanti perché quando la Domenica c’era la partita era festa.

 E i post e i commenti?

Ce n’è per tutti i tipi. Foto storte, sfuocate ma immagino che spesso sia la frenesia di voler pubblicare il ricordo che porti le persone ad essere distratte. I commenti, fortunatamente tutti educati, sono attinenti alle foto pubblicate e rispecchiano le qualità del gruppo che sono: allegria, simpatia e armonia tra amici.

 Come hai strutturato il gruppo ?

La priorità dei primi giorni era quella di creare una struttura solida, infatti sono stati nominati subito degli Amministratori e Moderatori e sono stati coinvolti degli osservatori che controllassero i possibili post SPAZZATURA o RICHIESTE di persone che con noi non hanno niente a che fare. Per coinvolgere i nostri amici iscritti abbiamo creato dei sondaggi, i primi sono dedicati alle top 11 dei vari decenni e ne proponiamo in media 2 a settimana, il tempo ci permetterà di accontentare tutti. Abbiamo creato delle rubriche e con il tempo e l’inserimento di forze fresche ne organizzeremo delle altre. Tutti apprezzano il lavoro che stiamo facendo e io personalmente rispondo che siamo una squadra e che si vince e si perde insieme. Per ora stiamo vincendo…..e mi piace.

 Dove vuole arrivare Ogliastra Calcio?

Non abbiamo obiettivi o mete particolari. Vogliamo crescere sani e per farlo tutti dobbiamo essere uniti, non devono esistere gelosie, tutti hanno la possibilità di scegliere la foto e di commentare con i propri ex compagni. Le emozioni non vanno in base al livello di categoria quindi tutti partono allo stesso livello. Un altro vantaggio è scoprire giocatori che non conoscevi, personaggi da spogliatoio, tifosi e gente per bene, appassionata quanto te o forse di più. Siamo sicuri che cresceremo perchè siamo dei neonati e grazie al nutrimento degli iscritti cresceremo ancora. Stiamo raggiungendo i 1700 membri. 

 Secondo gli ex colleghi calciatori quante emozioni hanno rispolverato?

Ho ricevuto molte chiamate da parte di ex compagni di squadra di Lanusei, Barisardo e Ussassai. Tutti mi ringraziavano per quello che avevo creato, chiaramente sono esploso di felicità e ho invitato tutti a comunicare ad amici l’esistenza di OGLIASTRA CALCIO. Il resto del successo è attuale ed è sotto gli occhi di tutti.

Vorrei fare una citazione particolare per Pietro Paolo Serra, Giuseppe Stochino, Angelo Pistis,Aldo Pistis, Giuseppe Rubiu, Massimo Melis, Tonio Pillonca e agli infaticabili Adriano Micheli e Massimo Deplano…amici da sempre che con costanza ed entusiasmo fanno si che Ogliastra Calcio sia sempre più il ritrovo di chi Ama il Calcio.

Che dire? Una grande coinvolgente iniziativa che regala tante ed importanti  emozioni per il gioco più bello del Mondo : il Calcio.
Grazie Marco.

Clikka per accedere alla pagina fb di Ogliastra Calcio

Redazione Medasa per Medasa.it

Print Friendly, PDF & Email

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0