Meravigliosi acuti, sferzati da accadimenti extra sportivi che riempiono di tristezza il club paralimpico cagliaritano. Tre ori, tre argenti e un bronzo diventano metalli evanescenti alla notizia della scomparsa di Giuseppe Pinna, atleta saspino di lungo corso che aveva partecipato a numerosi meeting targati FISDIR (Federazione Italiana Sport degli Intellettivo Relazionali) e noto per il suo smisurato ed incontaminato affetto, capace di contagiare tutti i suoi compagni di trasferte e allenamenti.

In casa Sa.Spo la sensazione di smarrimento è comprensibile: non è stato per nulla assorbito il dolore per la scomparsa improvvisa del tecnico Toni Satta che nel settore nuoto non solo aveva dato tanto ma proprio per la ripresa post Covid aveva messo in piscina tante nuove idee.

Giuseppe Pinna non è più tra noi

Giuseppe Pinna era invece uno dei tanti tesserati affidati alle cure di Katia Pilia che alla notizia della sua scomparsa si trovava a Concesio per gli Italiani Assoluti di Atletica Leggera FISPES. La missione in terra lombarda, ricca di soddisfazioni, non è stata vissuta con la giusta presenza di spirito: la testa era comprensibilmente altrove.

Con una mazzata di questo tipo la società ha preferito annullare la partecipazione al Meeting Città di Selargius – Memorial Spartaco Meloni – indetto dalla FIDAL e organizzato dalla Polisportiva Libertas Campidano A.S.D. che si sarebbe dovuto tenere il 3 luglio 2021 presso lo Stadio Comunale “Gen. PORCU”. In segno di lutto il tecnico Irene Salis e i collaboratori Eugenio Pitzalis e Francesco Poma hanno preferito rimandare ad altra data gli esordi stagionali sui 50 metri piani da parte dei promozionali FISDIR Claudio Bachis, Andrea Girardi, Edoardo Giovanni Pitzalis, Alessio Putzu, Simone Serra, Benedetta Strazzera, Giancarlo Usai.

da sx Minerba, Murgia, Katia Pilia, Musiu e Campus

RICCARDO CAMPUS CONTINUA A SORPRENDERE, MA IL VETERANO ROBERTO MUSIU NON È DA MENO

A Concesio la Società Olympia Athletic Team, con il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Brescia e del comune ospitante, fa uno sforzo organizzativo lodevole nell’allestire i Campionati Assoluti di Atletica Leggera FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpci e Sperimentali) che si ricorderanno per puntualità delle gare e sapiente gestione del contorno extra sportivo.

Ma a far brillare ancora di più gli occhi dell’entourage saspino sono stati i tre portacolori.

In primis il fondista terralbese Riccardo Campus, allenato da Bibi Sassu che torna nella sua cittadina con due ori nei 1500 e negli 800, dove tra l’altro si migliora di ben tre secondi; per non farsi mancare niente aggiunge anche un argento nei cento metri piani. Ma a tenere testa allo scatenato Riccardo, nato nel 2002, ci pensa il cagliaritano, classe 1958, Roberto Felicino Musiu che nella sua categoria conquista il titolo nazionale dei cento metri con la sua migliore prestazione stagionale e poi conserva gelosamente in valigia anche la prova della piazza d’onore nel lancio del disco e il bronzo nel peso. Per una questione d’orgoglio non poteva rimanere all’asciutto il quarantaduenne Fabrizio Minerba che coglie l’argento nei duecento piani e sfiora il podio nei cento e nel peso giungendo al quarto posto.

a dx Roberto Felicino Musiu festeggia la medaglia

“Sono molto soddisfatta della trasferta e di come sono andate le gare – precisa l’allenatrice di San Sperate Katia Pilia – e faccio i complimenti a Riccardo, Roberto e Fabrizio che dovranno faticare per tutta l’estate. Gli allenamenti continueranno, a parte una piccola pausa ad agosto. Ci attendono infatti i Campionati Societari con la seconda tappa sarda a settembre e poi, il mese successivo, Gravellona Toce ospiterà la fase nazionale”.

Anche Riccardo Campus mostra di aver apprezzato l’epilogo delle sue performances che descrive con qualche dettaglio in più: “Mentre correvo i 100 metri – racconta – mi sentivo tranquillo, poi sono stato superato ma la contentezza permane perché oltre l’argento ho ottenuto il personale. La corsa sui 1500 è stata fluida però per tre secondi non sono riuscito ad eguagliare il risultato di Roma; ho commesso l’errore di partire troppo lento e di non essermi avvicinato abbastanza al gruppo davanti a me. Infine, gli 800 m sono andati molto bene perché anche qui ho realizzato il personale dando il massimo sin dall’inizio, non mi sono risparmiato”. Poi si sofferma su altri aspetti della due giorni di Concesio: “Gli atleti con cui ho gareggiato in tutte e tre le discipline sono stati bravi, si sono impegnati, hanno dato il massimo e mi congratulo con loro. In vista di questo appuntamento ho svolto allenamenti di fondo lento, ripetute brevi e lavori in progressione. Questi successi li dedico alla società, a Bibi, il mio allenatore, alla mia famiglia, ai miei amici e a tutti coloro che mi sostengono. Nelle prossime settimane continuerò ad allenarmi come sempre, impegnandomi per migliorare ancora. Ringrazio Antonio e Katia che ci hanno accompagnato e motivato e poi Fabrizio e Roberto che sono ottimi compagni di squadra”.

Nel Bresciano c’era anche il vicepresidente Sa.Spo Antonio Murgia, ma in veste di consigliere federale FISPES e impegnato quindi con l’organizzazione sia nell’allestimento delle gare, sia nelle trepidanti selezioni su chi parteciperà alle imminenti Paralimpiadi di Tokyo.

Riccardo Campus argento nei 100 metri

PARTECIPANTI, GARE, RISULTATI DEGLI ATLETI SA.SPO

Campionati Italiani Paralimpici Assoluti Fisdir Concesio (Brescia) 3-4 luglio 2021

Riccardo Campus (T37)

100 mt (Argento): 16.53

800 mt (Oro): 2:45.20

1500 mt (Oro): 5:45.86

Roberto Musiu (T/F36)

100 mt (Oro): 10.35

Disco (Argento): 15.15

Peso (Argento): 5.12

Roberto Felicino Musiu primo tra i velocisti
a sx Fabrizio Minerba

Fabrizio Minerba (T/F37)

100 mt: (Quarto posto): 17.68

200 mt (Argento): 37.41

Peso (Quarto posto): 5.35

Print Friendly, PDF & Email