STAGE PARALIMPICO APERTO A TUTTE LE SOCIETA’:

APPUNTAMENTO A NORBELLO

A distanza di oltre sei mesi dall’ultima volta, gli atleti paralimpici “fisici” di tutta l’isola sono chiamati a rapporto dal tecnico regionale Ana Brzan, coadiuvata dal suo staff. Sarà un’ottima opportunità creata dal Comitato isolano per ragionare sui progressi fatti, grazie anche alle diverse competizioni a livello nazionale succedutesi in questo primo scorcio dell’anno. L’’esperta allenatrice italo-slovena sarà felicissima di ricevere vecchie e nuove conoscenze nell’obiettivo di allargare sempre di più la cerchia dei praticanti, sperando anche in situazioni più favorevoli di operatività dal punto di vista pandemico. L’appuntamento è presso la palestra di via Azuni a Norbello, sabato 23 aprile 2022, a partire dalle 15:30.

Uno stage paralimpico regionale

A GUSPINI I CAMPIONATI VETERANI LUNEDI’ 25 APRILE 2022

Altro giro, altra corsa. L’attività frenetica porta a sfruttare anche il giorno della Liberazione che quest’anno cade di lunedì. In quella circostanza il Palazzetto dello Sport n. 2 di Guspini è pronto ad accogliere i nati entro il 31 dicembre 1982 e che quindi rientrano nelle categorie veterani femminili e maschili. La locale società TT Guspini, in concerto con la Fitet Sardegna ha quindi concepito un appuntamento che non darà sfogo semplicemente ai singolaristi, ma aprirà una finestra rivolta ai cultori del doppio che sarà sfruttato nelle sue tre estrinsecazioni: maschile, femminile e misto.

Il Palazzetto dello Sport n. 2 di Guspini

La società del Medio Campidano è presieduta da Michele Lai che ricopre anche il ruolo di consigliere regionale Fitet Sardegna: “La preparazione dei campionati sardi veterani vedrà il coinvolgimento dei nostri tesserati – dichiara – che ringrazio anticipatamente per dedicare parte del loro tempo sia l’allestimento della palestra, sia alle varie incombenze legate al rispetto delle procedure covid tuttora in vigore per l’organizzazione di eventi al chiuso. La speranza è di raggiungere almeno una ventina/trentina di iscritti tra gare singolari e di doppio, anche se il giorno a inizio settimana, pur se festivo, potrebbe scoraggiare alcuni a partecipare, così come la contemporaneità coi campionati italiani giovanili a Terni, in cui qualche adulto prenderà parte come accompagnatore dei ragazzi. Ci tengo inoltre a ringraziare le autorità locali per averci autorizzato lo svolgimento della manifestazione, i nostri amici delle arti marziali con cui condividiamo l’utilizzo del palazzetto e che gentilmente ci concedono l’utilizzo dei loro spazi. Aspettiamo i partecipanti a Guspini, ricordando l’obbligo di esibizione del super green pass e l’utilizzo all’interno di mascherina chirurgica o FFP2”.

COPPA DELLE REGIONI: TANTE POTENZIALITA’ MA TALVOLTA INESPRESSE

Appena un gradino al di sotto delle previsioni. La rappresentativa sarda rientra da Molfetta

con l’undicesimo posto in tasca a seguito di una Coppa delle Regioni molto combattuta dove nessuno ha regalato nulla.

Il tecnico Martina Mura posa con i suoi atleti

Il terzetto composto da Manuel Broccia (TT Guspini), Emanuele Cuboni (Ad Muravera TT) e Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari) e seguito in panca dal tecnico Martina Mura, ha chiuso la fase a gironi con un successo (Alto Adige) e una sconfitta (Veneto). Nella fase ad eliminazione diretta si arrende all’Emilia Romagna negli ottavi e successivamente, di misura, all’Umbria. Vince però la finale per l’undicesima posizione imponendosi sul Trentino.

Di fronte Emanuele Cuboni e Manuel Broccia
Emanuele Cuboni e Laura Alba Pinna (Foto Fitet)

La kermesse sportiva riservata alle rappresentative regionali under 15, dedicata ad Elvira Gattulli e Domenico Esposito, ha lasciato spazio anche ai tornei individuali. Laura e Emanuele sono riusciti a passare la fase a raggruppamenti come secondi, ma nel tabellone vengono subito estromessi. Manuel si è dovuto accontentare di due sfide del girone.

Una fase di gara a Molfetta

Il tecnico Martina Mura è rimasta favorevolmente colpita dalla manifestazione: “Parteciparci non più da giocatrice ma nel ruolo di tecnico è stato strano – sottolinea – ma l’esperienza rimane bellissima, soprattutto di crescita. Sicuramente i risultati potevano essere migliori, c’era il margine per fare molto di più. I ragazzi hanno tutte le potenzialità per fare grandi cose in questi frangenti, ma sono ancora troppo giovani e emotivamente sentono in maniera eccessiva la pressione della partita”.

Manuel Broccia(Foto Fitet)

L’allenatrice cagliaritana viene poi spronata a parlare degli atleti, singolarmente: “Emanuele Cuboni è stato quello che ha portato un po’ più di solidità nel gioco, soprattutto nelle ultime giornate; se avesse giocato da subito come sa fare, probabilmente molti risultati sarebbero stati a nostro favore. Manuel Broccia non l’avevo mai visto giocare e sono rimasta piacevolmente colpita per come si è espresso nel torneo di singolare; mi spiace solo che nella competizione a squadre si sia fatto paralizzare dalla paura. Laura Pinna poteva dare molto di più, ma l’ansia e lo sconforto troppo spesso prendevano il sopravvento. Ha dato il suo meglio nei doppi, sia con Emanuele, sia con Manuel”.

Laura Alba Pinna (Foto Fitet)

In prospettiva futura pensa che i tre possano togliersi soddisfazioni: “Sono sicura che pian piano i risultati arriveranno, devono solo imparare a vedere queste occasioni di confronto come opportunità per crescere. Nei giorni di gare ho spesso ripetuto loro che devono imparare a credere di più in sé stessi e lasciar perdere le pressioni esterne o i punti in classifica. Lo sport è un gioco ma praticarlo senza divertirsi, con l’ansia e la paura di deludere qualcuno, o in primis se stessi, si perde il senso della pratica di questa disciplina che può regalare tante soddisfazioni”. Martina Mura chiude la chiacchierata così: “Ringrazio il tecnico regionale Francesca Saiu per l’opportunità che mi ha dato e per l’essere stata costantemente presente. Il presidente della federazione, Simone Carrucciu, per il sostegno manifestato. Ma soprattutto ringrazio i ragazzi che sono stati splendidi dall’inizio alla fine, ascoltandomi e creando un ottimo gruppo, nonostante non mi conoscessero”.

Emanuele Cuboni (Foto Fitet)

PRIMA SESSIONE DEI CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI

Nove giorni di pura destrezza giovanile proveniente da tutta Italia. Dal 23 aprile e fino al primo maggio 2022 il PalaTennistavolo “Aldo De Santis” di Terni lascia spazio alle gare individuali dei Campionati nazionali riservati alle categorie Under 19, Under 15 e Under 13 femminili e maschili. Rispetto al passato la kermesse è preceduta dal Criterium che poi designerà i partecipanti alla prova che assegnerà lo scudetto.

Di seguito la lista dei partecipanti tesserati in Sardegna:

Under 13

Individuali Maschili: Luca Broccia (TT Guspini), Zemgus Lai, Varis Lai (Marcozzi Cagliari), Simone Cocco (Muraverese TT).

Individuali femminili: Laura Alba Pinna, Maria Laura Mura (Tennistavolo Sassari), Sara Floris (Torrellas Capoterra).

Doppio Maschile: Broccia-Cocco; Z.Lai-V.Lai.

Doppio Femminile: Pinna-Mattana; Mura-Floris.

Doppio Misto: Lai V.-Mura; Lai Z.-Mattana; Cocco-Floris; Broccia-Pinna.

Zemgus Lai (Foto Tomaso Fenu)

Under 15

Individuali Maschili: Emanuele Cuboni (Muravera TT), Manuel Broccia, Christian Liscia (TT Guspini), Filippo Picciau (Marcozzi).

Individuali Femminili: Francesca Seu (Muravera TT).

Doppio Maschile: Broccia-Cuboni.

Doppio Misto: Cuboni-Seu.

Francesca Seu (Foto Fitet)

Under 19

Individuali Maschili: Tommaso Giovannetti (Marcozzi), Gavino Posadinu (Santa Tecla Nulvi).

Individuali Femminili: Sara Congiu, Serena Anedda, Rita Franzo’ (Ad Muravera TT).

Doppio Femminile: Congiu-Anedda

Doppio Misto: Giovannetti-Congiu

Sara Congiu (Foto Tomaso Fenu)

COPPA EUROPE TROPHY: L’IMPORTANTE ERA PARTECIPARE

L’Italia rappresentata da sole compagini sarde in un contesto continentale risulta una vera prova di forza collettiva per promuovere la nostra isola verso un numero sempre maggiore di cultori della racchetta. La nuova competizione targata ETTU, l’Europe Trophy Women, sarà ricordata per aver annoverato, sin dalla sua primissima edizione, due squadre del Muravera TT e le rappresentanti di Tennistavolo Norbello e Quattro Mori.

Il Muravera TT a Bratislava (Foto Marco Pintus)

La compagine del Guilcer ha disputato tre gare nel concentramento di Český Krumlov in Repubblica Ceca (gruppo A del “Region E+F”), con un quartetto composto da Marialucia Di Meo, Ana Brzan, Gohar Atoyan e la sardissima Eleonora Trudu. Il bilancio totale è di tre sconfitte rispettivamente con SCO Ossiachersee Bodensdorf (Austria), SG Motor Wilsdruff (Germania) e le ospitanti del TT Moravsky Krumlov.

Le altre tre squadre che hanno animato il gruppo B del “Region E+F”, oltre a scontrarsi tra loro, hanno affrontato anche le padrone di casa della Repubblica Slovacca militanti nel Stolnotenisove Centrum SKST e le austriache del SU Sparkasse Kufstein, che per effetto della classifica avulsa si sono piazzate ai primi due posti a scapito del Muravera TT B che con la cubana Idalys Lovet Valdes, Lisa Bressan e la sarrabese Serena Anedda ha totalizzato come loro tre vittorie: sulla compagine autoctona, il Quattro Mori (Marina Conciauro, Madalina Pauliuc, Larissa Lavrukhina) e il Muravera A (Sara Congiu, Aurora Piras, Francesca Seu). Alle cagliaritane è andato il derby con il Muravera A. 

Una gara del Tennistavolo Norbello in Repubblica Ceca

SERIE A1 MASCHILE: SCONFITTA ININFLUENTE PER LA MARCOZZI

Play off erano e play off resteranno per il club di via Crespellani che è stato sconfitto per 4-1 da quella che, ora è definitivo, la quarta potenza del campionato. Infatti, il Castel Goffredo, almeno sotto il profilo matematico, avrebbe potuto insidiare il terzo posto al sodalizio campidanese ma raffrontando i risultati di andata e ritorno prevale quest’ultimo, anche nell’ipotesi che la super corazzata Carrara, mai sconfitta, dovesse cedere proprio contro i mantovani (30 aprile). L’appuntamento con i play off della Marcozzi è per il 6-8 maggio 2022.

Tommaso Maria Giovannetti (Foto Fitet)

SERIE C VETERANI: IL 30 APRILE LE FINALI

Nell’ultima data riservata ai concentramenti della regular season sono maturati i nomi delle quattro compagini che il 30 aprile 2022 (luogo da ufficializzare) si affronteranno per aggiudicarsi il titolo regionale a squadre veterani e anche l’opportunità di partecipare alle fasi nazionali.

Stando al regolamento gli accoppiamenti delle semifinali dovrebbero essere i seguenti:

Tennistavolo Guilcier Ghilarza (Bureco)-TT Decimomannu Blu

Tennistavolo Sassari-TT Carbonia Azzurra.

Le vincenti, a seguire, disputeranno la finalissima, le perdenti si sfideranno per il terzo posto.

Tennistavolo Decimo e Carbonia Azzurra (Foto Tomaso Fenu)

GIRONE A

Come le primattrici degli altri due gironi il Tennistavolo Sassari completa la fase regolare a punteggio pieno con otto punti ma per effetto dei criteri previsti dal regolamento si piazza dopo il Ghilarza e prima del Carbonia.

Nell’ultima sfida in calendario ha superato il Tennistavolo Oristano. “Scendiamo in campo con la formazione al completo – spiega Pierpaolo Mura – e io faccio l’esordio nei veterani anche se con Gianfelice Delogu e Sergio Idini giochiamo pure nella D1. Inizia Gianfelice contro Nicola Cuccureddu; incontro con risultato non scontato per il nostro porta colori: Gianfelice perde il primo set, recupera il secondo, poi è un continuo crescendo dove Nicola molla un po’ la presa dando la possibilità al mio compagno di chiudere 3-1. Me la vedo con Carlo Maulu che vince il primo set, poi il resto della partita è un monologo da parte mia (3-1). Il punto finale arriva nel doppio: da una parte Sergio Idini e Gianfelice dall’altra Cuccureddu/Maulu. Partita divertente a tratti: Nicola impensierisce in diverse occasioni con il rovescio i miei compagni, Carlo risulta meno falloso nel proseguo dell’incontro, ma alla fine chiudiamo l’incontro 3-1 con risultato finale di 3-0 per noi. Terminiamo il girone da A imbattuti, consapevoli che nel proseguo della manifestazione ci sarà da lottare con le più forti di ogni girone”.

Al centro Pierpaolo Mura tra Laura Alba Pinna e sua figlia Maria Laura

L’altra sfida in cartello era quella tra Libertas Ping Pong Monterosello e la squadra di Olbia composta da Antonio Trubbas e Pier Paolo Melis. Parola al sassarese Pier Luigi Scudino: “Il primo incontro, giocato dal forte difensore Samuel Paganotto contro l’attaccante Trubbas termina 3-0 a favore di Samuel che non ha ancora perso un incontro. Molto più combattuto l’incontro tra me e Pier Paolo Melis terminato dopo una grande battaglia al quinto set. A questo punto entra in campo per la squadra di Sassari un doppio collaudatissimo composto da Gianni Palmas e Samuel, sempre molto difficili da battere. Il doppio viene vinto dai sassaresi per tre set a zero e di conseguenza termina l’incontro che porta la Libertas al secondo posto in classifica alle spalle del TT Sassari.

Gigi Scudino a dx affronta l’olbiese Pier Paolo Melis

GIRONE B

Il Guilcier Ghilarza Iskra si impone sul TT Oristano. La cronaca è del presidente guilcerino Quirico Mura: “Scendiamo in campo con la formazione al completo: Piras Ignazio, Mura Quirico e Campanello Agostino. Il primo incontro vede affrontarsi Salvatore Sanna e Piras con il mio compagno che prevale per 3-0 grazie alla variabilità dei colpi con buone chiusure. Scendo in campo per la seconda partita, affrontando Roberto Chessa: perdo il primo set, la tensione mi fa brutti scherzi, grazie ai consigli dalla panchina riesco a vincere il secondo set ma alla fine perdo la partita per 3-1. Nel doppio la nostra squadra schiera Agostino Campanello e Mura contro il duo Chessa-Francesco Pibi: vinciamo di misura il primo set e perdiamo con lo stesso punteggio il secondo; nel terzo e nel quarto riusciamo a coordinare i nostri movimenti, grazie ai consigli della panchina, e chiudiamo la partita vincendo per 3-1. La quarta partita mi vede schierato contro Sanna, sono un po’ stanco avendo disputato tre incontri di fila, ma grazie ai consigli di Briam Mele dalla panchina, e al tifo dei miei compagni di squadra, riesco a vincere l’incontro in tre set: con questo risultato facciamo nostra la partita. Sono particolarmente soddisfatto per il risultato conseguito, sia a livello personale, sia di squadra. Siamo riusciti a conquistare il secondo posto nel girone, abbiamo perso soltanto contro l’altra nostra squadra di Ghilarza, il Bureco, che vincendo il girone accederà alla fase regionale, e abbiamo ottenuto il quarto posto in D1 e in C2. Approfitto di questo spazio per ringraziare tutti gli atleti, senza dimenticare Luciano, che ci ha seguito in allenamento e quasi sempre in panchina della D1, il risultato raggiunto è stato ampiamente positivo”.

da sx Agostino Campanello, Quirico Mura e Ignazio Piras

Derby zonale a Paulilatino tra la squadra di casa e il Tennistavolo Norbello: “Per l’occasione è disponibile anche Nazzaro Pusceddu – narra il presidente paulese Pasqualino Putzolu – nella sua prima gara con Giuseppe Mellai. Iniziano le gare con Giuseppe che batte per 3-1 Roberto Bosu; di seguito Nazzaro liquida Antonello Ledda con un netto 3-0. Sul doppio ha la meglio la coppia norbellese che si dimostra più affiatata e vince con il punteggio di 3-1. Di seguito Nazzaro si aggiudica la vittoria finale agevolmente contro Roberto Bosu: risultato finale in nostro favore per 3-1. Ci lasciamo alle spalle il campionato veterani 21/22 con il terzo tempo per festeggiare la vigilia pasquale”.

Un doppio tra Paulilatino e Tennistavolo Norbello

GIRONE C

Il Carbonia Azzurra si congeda dalla prima fase con soli successi, ma non è stato semplice come conferma Walter Barroi: “Sofferta vittoria contro il Decimomannu Blu con il duo Marco Saiu e Marco Verminetti veramente in forma. Per noi è stata oltre ad una vittoria nei veterani anche un primo test per la C2. Parte Vito Moccia: nonostante dimostri di avere dei buoni colpi e di esser in giornata “si”, Saiu porta il punto alla sua squadra. Pareggio io contro un Verminetti in strepitosa forma: bei colpi da parte di entrambi. Il doppio ci va male: nonostante la poca esperienza nostra (Barroi/Pietro Pili) disputiamo una buona gara. Dopo spetta ancora a me e porto il 2-2. Nel finale, un grande Pietro vince soffrendo ma meritatamente contro un Verminetti che si dimostra in palla ancora una volta”.

a dx Walter Barroi affronta Marco Verminetti (Foto Tomaso Fenu)

Nella sfida a distanza tra le migliori seconde a prevalere è proprio il club decimese che così stacca il biglietto per le semifinali grazie al successo su La Saetta Quartu. Tra i protagonisti c’era Italo Fois: “Il primo incontro lo giocano Marco Verminetti contro Luca De Vita; Marco purtroppo si trascina un infortunio al ginocchio da parecchio tempo. Stringe i denti e dopo una partita combattuta si aggiudica l’incontro per 3-2. Nel secondo singolare si fronteggiano il nostro Marco Saiu contro Christian Ferro. Il caldo dà qualche problema di umidità e le gomme purtroppo ne risentono. Saiu imposta una partita molto tattica con improvvise e fulminee aperture: vince l’incontro meritatamente per 3-1. Si arriva all’incontro di doppio: per il Decimo giochiamo io e Marco Saiu, per la Saetta Luca De Vita e Pietro Ghiani: la spuntiamo noi per 3-1”.

Italo Fois e Marco Saiu (Foto Tomaso Fenu)

Si è conclusa con una vittoria l’esperienza del TT Carbonia Bianca nella stagione “veteranica”. L’ultima giornata del campionato – espone il sulcitano Enrico Bianciardi – ci ha visto contrapposti al TT Monserrato. Nessuna delle due formazioni aveva obiettivi importanti da raggiungere, ma ci siamo comunque affrontati con il massimo impegno. Luciano Macrì, in uno stato di forma strepitoso, ha vinto entrambi i singolari, rispettivamente contro Pierangelo Zurru e Gian Paolo Manca, mentre io ho perso contro Gian Paolo al termine di una gara combattuta. Il punto del decisivo successo è arrivato dal doppio composto da Macri-Bianciardi contro Manca-Dessì. Partita divertente che alla fine ci ha visto vittoriosi per tre set a zero”.

a sx Enrico Bianciardi affronta Gian Paolo Manca (Foto Tomaso Fenu)
Monserrato e La Saetta (Foto Tomaso Fenu)

Nella restante gara in cartello, La Saetta infligge un perentorio 3-0 al Monserrato con segnature di Pietro Ghiani, Christian Ferro e del doppio De Vita/Ghiani.

Print Friendly, PDF & Email