PARALIMPISMO, TENNISTAVOLO E SCUOLE: NUOVI STIMOLI DALLE BELLE GIORNATE DI NUORO E ORISTANO

Saper convivere magnificamente con l’umore intermittente della volta celeste. In questi casi risulta divertente aprire e chiudere i tavoli con una certa celerità in modo che non vengano danneggiati dall’acqua piovana. Lo staff della Fitet Sardegna ha così condiviso la sua attrezzatura con circa cinquecento studenti che come sempre non hanno mancato di tributare simpatia assoluta per la disciplina con le racchette. Questi giovanissimi avventori non finiranno mai di ringraziare il CIP Sardegna e le scuole di appartenenza che hanno permesso loro di partecipare, prima ad Oristano, poi a Nuoro, alle Giornate di Divulgazione e Promozione della Cultura Paralimpica. Ad accoglierli il tecnico regionale paralimpico Ana Brzan che con l’ausilio di sparring è riuscita a gestire l’affluenza massiccia, obbiettivamente preventivata, visti i precedenti.

Al centro la presidente del CIP Sardegna Cristina Sanna con lo staff della Fitet a Oristano
Tennistavolo a Nuoro

Ad Oristano, in veste anche di vicepresidente vicario del Comitato Paralimpico isolano c’era il presidente della FITet Sardegna Simone Carrucciu a cui stanno particolarmente a cuore le manifestazioni aggreganti e inclusive. “Nel corso dei miei mandati – dichiara – ho sempre ritenuto prioritario dare visibilità alle iniziative che consentono di farci conoscere nelle piazze, specie se sono decentrate. E anche la comunicazione va improntata in tal senso perché automaticamente, chi ci vuol conoscere, viene poi a scoprire quante eccellenze ingloba il nostro movimento, sia olimpico, sia paralimpico, in netta espansione. Ringrazio il CIP per questa opportunità e tutte le altre federazioni che come la FITET non si sono tirate indietro per mostrare le loro peculiarità”.

Il presidente Simone Carrucciu posa con Ana Brzan e un atleta paralimpico

CAMPIONATI GIOVANILI A SQUADRE: MARCOZZI D’ORO NELL’UNDER 21

TRE BRONZI TRA TENNISTAVOLO SASSARI E MURAVERA TT

Il botto è arrivato, puntuale, anche stavolta. La Marcozzi Cagliari, come accade ormai da un decennio, arricchisce il suo nutrito palmares giovanile, aggiungendo il titolo nazionale a squadre under 21. Merito che va ripartito tra Carlo Rossi (vedere intervista in basso), Tommaso Giovannetti e Filippo Maria Baiardo, seguiti in panca da Stefano Curcio. Superata a punteggio pieno la fase a gironi (tra le vittime anche il Prato dell’ex John Michael Oyebode), i tre ottengono l’accesso in finale estromettendo la Frassati Napoli. L’ultimo atto li ha visti trionfare per 3-1 a scapito del Tennistavolo Torino.

Giovannetti, Baiardo e Rossi

Delle cinque società sarde che hanno preso parte al convivio pongistico ternano esultano anche Tennistavolo Sassari e Muravera TT. Il clan turritano coglie il bronzo nell’under 11 grazie alle performances di Simone Demontis, Nicola Cilloco e Federico Casula e poi si ripete con l’under 13 femminile sospinta da Laura Alba Pinna e Maria Laura Mura.

Demontis, Cilloco e Casula
Laura Pinna e Maria Laura Mura (Foto Fitet)

L’appuntamento col podio da parte del team presieduto da Luciano Saiu riguarda l’under 21 femminile assemblata con la friulana Lisa Bressan e le sarrabesi Sara Congiu e Serena Anedda.

Serena Anedda, Sara Congiu e Lisa Bressan con il preparatore atletico Marco Pintus

CARLO ROSSI: “CICLO GIOVANILE FANTASTICO MA RAPIDISSIMO”

C’è in particolare un illustre giocatore, Carlo Rossi da Quartu S. Elena, che dal 2012 in su non ha mai tradito le attese, stazionando costantemente sul gradino più alto del podio dei Campionati Italiani Giovanili a squadre.

Stavolta l’ha condiviso con i compagni Tommaso Giovannetti e Filippo Maria Baiardo. Ma in passato con lui (e a volte senza di lui, causa categoria differente) sono ascesi John Michael Oyebode, Marco Poma, Edoardo Loi: una nidiata straordinaria che ha fatto la storia della società di via Crespellani. In tutto si contano 9 titoli (6 con Carlo) e se non ci fosse stato il Covid probabilmente il conto finale sarebbe lievitato.

“Avrò molta nostalgia del periodo giovanile – confessa Carlo Rossi – perché sono stati momenti bellissimi e perché il tempo è talmente volato che mi sto ritrovando all’ultimo anno dell’under 21”.

Carlo Rossi (Foto Fitet)

Che dire del titolo 2022?

Sulla carta l’unica squadra insidiosa era Il Circolo Prato, che ci siamo ritrovati nel girone. Una volta superato quello scoglio ho pensato che fossimo abbastanza favoriti; siamo stati bravi a non fare errori.

Cosa ne pensi del rendimento dei tuoi compagni?

Tommaso era in già forma per gli assoluti individuali e pure in questa circostanza non ha avuto mai problemi, non ha perso un set. E Baiardo è stata una bella rivelazione, penso abbia superato le aspettative, almeno per me.

In che condizione sei arrivato a questo appuntamento?

Sinceramente il mio attuale stato di forma non è buonissimo ma neanche pessimo, speravo di aumentarlo in prossimità degli Italiani, ma ci sta.

L’under 21 marcozziana esulta dopo il successo (Foto Fitet)

Di sicuro l’esperienza nel campionato tedesco ti sta aiutando

Direi abbastanza e per molte cose, sia per l’allenamento, sia per il campionato che ti dà molte opportunità. Mi ha aiutato parecchio lo scorso anno dal punto di vista mentale quando ho affrontato competizioni importanti in Italia. Ma penso anche che il processo di maturazione, a questi livelli, avvenga in maniera naturale.

Nel giovanile hai vinto tutto

E di questo ne sono sicuramente molto felice, è stato fantastico aggiudicarsi un titolo dopo l’altro. È ora di vincere quelli assoluti..

Carlo Rossi in azione (Foto Fitet)

CONTENTEZZE DA SASSARI A MURAVERA: PARLANO MARCELLO CILLOCO E IDALYS LOVET VALDES

I bronzi di Tennistavolo Sassari e Muravera lasciano un segno indelebile nel curriculum di due società storiche. Nel capoluogo turritano è il presidente Marcello Cilloco a spendere qualche parola per il bel momento che sta attraversando il vivaio del club: “E’ stata una grandissima emozione arrivare sul podio dei Campionati Italiani, per di più con due squadre. Nell’under 13 femminile Laura Alba Pinna ha dimostrato grande solidità giocando alla pari con le prime della categoria e anche in previsione dei prossimi campionati individuali ci fa ben sperare. Maria Laura Mura ha mostrato notevoli passi in avanti. Nell’under 11 maschile Nicola Cilloco, Simone Demontis e Federico Casula hanno lottato in tutte le partite: l’unica volta che hanno lasciato punti è stato nella semifinale, opposti alla prima classificata Kras. Il lavoro e i sacrifici pagano: dietro questi successi c’è la spinta di tutta la società. Il tecnico Segun Olawale, in questa circostanza coadiuvato da Pier Paolo Mura (a cui va fatto un applauso soprattutto per aver strigliato mio figlio), sta facendo un ottimo lavoro in palestra e i risultati gli danno ragione. Piccola cronaca familiare: Nicola è da due giorni che dorme con la medaglia al collo. Andiamo avanti su questa strada”.

Laura Alba Pinna e Maria Laura Mura (Foto Fitet)
Nicola Cilloco (Foto Fitet)

Orfane del tecnico Francesca Saiu e del suo stretto collaboratore Nicola Pisanu le under 21 sarrabesi Lisa Bressan, Sara Congiu e Serena Anedda si sono affidate all’esperienza e ai buoni sentimenti della giocatrice cubana Idalys Lovet Valdes che a Terni ha trovato un’atmosfera molto buona e un’organizzazione efficiente. “Le ragazze sono andate bene – ha dichiarato – perché non si sono mai arrese, lottando duramente per ottenere quella medaglia. Ho sempre dato loro consigli tattici mentre il gioco si sviluppava e poi un sacco di incoraggiamento. Personalmente sono molto contenta per il bronzo e se un risultato va bene siamo tutti felici come se fossimo in famiglia. In futuro se continueranno ad allenarsi bene, con i giusti stimoli e la concentrazione focalizzata sull’obiettivo, potranno ottenere molte più soddisfazioni”.

Accosciata Idalys Lovet Valdes con Anedda, Congiu e Bressan

GLI ALTRI RISULTATI

Nella città umbra si sono affacciate anche altre compagini isolane. Il TT Guspini ha preso parte all’under 15 maschile con i fratelli Luca, Manuel Broccia e Christian Liscia. Per loro un sesto posto finale. Il Muravera TT under 17 femminile si congeda dal Palatennistavolo De Santis con il settimo posto in tasca: artefici Francesca Seu e Alessandra Stori.

Manuel Broccia (Foto Fitet)
Eva Mattana (Foto Fitet)

Marcozzi Cagliari protagonista negli under 13 maschili con i fratelli Zemgus e Varis Lai che ottengono l’ottavo posto. Nella stessa categoria la Muraverese dei tesserati Simone Cocco e Filippo Tronci chiude al nono posto. Con l’identica posizione concludono l’avventura anche le loro compagne Eva Mattana e Letizia Porcu nell’under 13 femminile. Sempre nell’ambito della società presieduta da Gian Luca Mattana troviamo Marco Dessì e Matteo Cristiano, facenti parte dell’under 11 maschile che terminano al dodicesimo posto.

Francesca Seu e Alessandra Stori (Foto Fitet)
Zemgus e Varis Lai (Foto Fitet)
Marco Dessì (Foto Fitet)

IL PUNTO SUI RECUPERI NEI CAMPIONATI NAZIONALI E REGIONALI

SERIE A1 FEMMINILE: TENNISTAVOLO NORBELLO CORSARA IN EMILIA

Vincendo per 4-0 sul campo del Cortemaggiore, il Tennistavolo Norbello si mantiene in gioco per il traguardo play off scudetto. La gara non è stata semplice, ma le pongiste di marca isolana hanno cercato il risultato a tutti i costi. Brave la polacca Magdalena Sikorska e la slovacca Tatiana Kukulkova (autrice di due punti) a tenere a bada l’insidiosa avversaria slovena Ana Tofant. Giulia Cavalli, ex di turno, ha invece superato la sua concittadina Arianna Barani. Con i due punti raccolti, il team guilcerino raggiunge il Quattro Mori a quota 12, ma il club cagliaritano vanta una migliore classifica per via degli scontri diretti.

Il Tennistavolo Norbello al femminile (Foto Ireneusz Kanabrodzki Poland)

SERIE A2 MASCHILE: IL TENNISTAVOLO SASSARI BLOCCATO A ENNA

Pareggiando in casa del fanalino di coda Ausonia Enna, il Tennistavolo Sassari si ritrova al secondo posto del girone B. Ad una giornata dal termine, se tutto rimanesse immutato, il team turritano disputerebbe i play off contro una squadra di A1. A meno che non riuscisse a raggiungere la capolista Casamassima e in quel caso la classifica avulsa li premierebbe con l’ascesa diretta nella massima serie.

“A Enna abbiamo giocato un recupero che presentava non poche insidie – racconta il tecnico Mario Santona – infatti noi attraversiamo un momento di leggero calo, mentre al contrario, la pur retrocessa Ausonia, sta onorando nel migliore dei modi il fine campionato.

Al centro Mario Santona con i suoi giocatori

Insidie confermate dall’avvio tutto in salita con il nostro nigeriano Adebayo Ashimiyu che si fa sorprendere dal giovane e talentuoso Spagnolo (3-2) e poi Adrian Morato che cede al Bielorusso Andrei Labanau (3-1). A questo punto Marco Poma riesce a portare il primo punto non senza difficoltà contro Lorenzo Lo Verso (3-2) e Ashimiyu impatta superando Labanau abbastanza nettamente (3-1). Sul due pari entrano in campo Poma e Spagnolo che danno vita ad una accesissima sfida conclusa a favore del siciliano per 11-9 alla bella. Subito dopo Morato supera Lo Verso fissando il punteggio sul tre pari. Pareggio agro dolce perché è vero che rallenta la nostra corsa ma arriva dopo una partita iniziata malissimo e recuperata con carattere. I nostri avversari riescono ad esprimere tutt’altro valore e il giovane Spagnolo si avvia a diventare un giocatore tra i primissimi a livello nazionale. Ora andiamo a Pescara e vediamo quale sarà il nostro posizionamento finale in un campionato che potrebbe riservare sorprese fino alla fine”.

SERIE D1/A: IL GUILCIER GHILARZA PIU’ FORTE DEL LIBERTAS PING PONG MONTEROSELLO

Ultima uscita stagionale per il Guilcier Ghilarza che si concreta con un successo. Agostino Campanello racconta come l’ha ottenuto: “Privi del nostro compagno Ignazio Piras, schieriamo il solito terzetto che comprende la punta di diamante Gianni Pintus, il presidente Quirico Mura ed il sottoscritto. Andiamo a sfidare il team sassarese composto da Gianni Palmas, Samuel Paganotto e Gigi Scudino. La nostra splendida vittoria per 4-2 vede il sottoscritto tra gli artefici perché ottengo punti sia su Paganotto, sia su Scudino. Stesso rendimento per Gianni capace di sconfiggere Scudino e Palmas. I punti del team sassaresi sono frutto delle vittorie di Palmas e di Paganotto sul nostro presidente Mura. In attesa dei risultati dell’ultima giornata ci ritroviamo in terza posizione”.

Briam Mele dispensa consigli dalla panchina a Quirico Mura e Agostino Campanello

SERIE C VETERANI

GIRONE A

A Oristano si danno appuntamento le protagoniste chiamate a disputare due giornate. La classifica vede al comando il Tennistavolo Sassari che ottiene due successi. Vincono anche Monterosello e Oristano, ma restano a secco le due compagini olbiesi.

Di seguito alcuni commenti dei protagonisti.

Sergio Idini (Tennistavolo Sassari): “Con il mio compagno di squadra Gian Felice Delogu affrontiamo la trasferta ad Oristano fiduciosi di fare belle partite. Contro il Trubmel Olbia inizia Gian Felice contro Pier Paolo Melis. Avvio senza storia: Gianfe va sul 2-0 9-5 cui segue una serie di vantaggi che vengono interrotti dal 15-13 per lui. Il successivo match è tra me e Antonio Trubbas. Inizio molto bene andando sul 2-0. Non riesco a limitare la reazione del gallurese che si porta sul 6-3 nel quinto set. Reagisco e alla fine vinco 14-12. Nel doppio dominiamo i primi due set. Subiamo la loro rimonta ma chiudiamo abbastanza facilmente al quarto. Il secondo incontro è meno equilibrato. Vinciamo per 3-0 sul Filicord Olbia. Da segnalare la buona prestazione di Stefano Corda che mi mette in difficoltà anche se poi vinco comodamente 3-1. Con le due vittorie siamo primi in classifica anche se tutto dipenderà dal risultato del match con Oristano”.

Gianfelice Delogu e Sergio Idini

Carlo Maulu (Tennistavolo Oristano “A”): “Affrontiamo la Filicord Olbia, squadra composta da Stefano Corda e da Antonio Rossi. Nel primo match “Neke” Cuccureddu gioca contro Corda, il quale nulla può contro il gioco d’attacco del mio presidente e la partita fila via sul 3-0 per la mia squadra. Dopo gioco io contro Antonio Rossi, avversario che conosco poco ma la conduco dall’inizio alla fine: questo ci consente di portarci sul 2-0 in attesa del doppio che ci vede favoriti: e infatti riusciamo a prenderci i tre sets che ci danno la vittoria finale. Nella seconda partita affrontiamo la Libertas Monterosello Sassari, una squadra tosta e ben più esperta rispetto a quella gallurese. Comincio io contro il forte Samuel Paganotto, giocatore nettamente superiore che mi concede ben poco e sblocca il risultato battendomi per 3-0. Il bomber Nicola Cuccureddu affronta il turritano Gigi Scudino e lo batte per 3-0 abbastanza agevolmente. Nel doppio, io e Nicola affrontiamo Paganotto-Palmas: si prevede un incontro abbastanza equilibrato e infatti non tradisce le attese; si vedono begli scambi ma riusciamo e prevalere noi “alla bella” per 3-2. Si va avanti e nella quarta partita si affrontano i protagonisti più attesi di questo concentramento: il mio compagno di squadra Neke affronta Paganotto. Il primo set lo vince Cuccureddu mostrandosi concentrato e fa valere i suoi colpi, poi però deve cedere i restanti tre sets a Paganotto. A questo punto tocca a me la partita decisiva. La gioco contro Piergiorgio Scudino: forse prevale la paura di sbagliare ma è comunque una bella partita, a tratti spettacolare: finisce al quinto set per lui che consegna la vittoria ai sassaresi per 3-2. Complimenti”!

Carlo Maulu

Pier Paolo Melis (Trubmel Olbia): “Esperienza negativa quest’anno nel campionato di serie C veterani anche per via dei necessari rinvii dovuti alla pandemia. Tutto ciò ci ha obbligato ad un tour de force che non ci ha aiutato, oltre alle trasferte più impegnative che lo scorso anno non superavano i confini provinciali. Comunque tutto fa esperienza, speriamo il prossimo anno in migliori risultati, complimenti ai nostri avversari, in particolare alla squadra del Monterosello che si è imposta contro di noi e contro Oristano”.

Pier Paolo Melis

Gianni Palmas (Libertas Ping Pong Monterosello): “Dopo tanti mesi di sosta si riprende a giocare ai campionati veterani. La nostra formazione è composta da Samuel Paganotto, Pier Luigi Scudino ed io; la squadra locale è scesa in campo con Cuccureddu Nicola e Maulu Carlo. Il primo incontro Paganotto contro Maulu, vinto dal nostro atleta per 3-0, niente da fare per il pur bravo Carlo, ma Samuel viaggia con una marcia in più. Tra Scudino e Cuccureddu è l’atleta oristanese ad imporsi per 3-0. Contro il doppio Cuccureddu-Maulu, diamo vita ad una partita vibrante con ottimi scambi e colpi spettacolari da ambo le parti e con il risultato incerto sino alla fine che poi si blocca sul 15-13 a favore della coppia oristanese. Segue la sfida Paganotto-Cuccureddu che termina 3-1 a favore di Samuel, dopo un bellissimo incontro con atleti di provata bravura. Arrivati a questo punto ci vuole il quinto incontro per decretare la vittoria: ci pensa Gigi Scudino, oggi in gran forma, a vincere contro un bravissimo Maulu, partita terminata 14-12 ed in bilico sino alla fine”.

da sx Paganotto, Scudino e Palmas

Antonio Rossi (Filicord Olbia): “Per arrivare a Oristano abbiamo percorso 440 km tra andata e ritorno. Nonostante la trasferta lunga, abbiamo vissuto momenti interessanti. La sfida con i padroni di casa del TT Oristano comincia con Cuccureddu che domina Stefano Corda per 3-0. L’incontro è stato comunque molto combattuto con spunti interessanti, ma l’olbiese nulla ha potuto davanti ad un avversario migliore. Carlo Maulu, sicuramente di un gradino in avanti, mi batte 3-1 e poi perdo pure nel doppio in coppia con Stefano perché Cuccureddu-Maulu sono decisamente superiori. Di seguito affrontiamo il Tennistavolo Sassari e a me spetta l’incontro d’esordio che disputo opposto a Gianfelice Delogu. Il gioco espresso dai due è spumeggiante ma il turritano merita il successo per 3-1. Interessante, per certi versi, la visione della tenzone tra Sergio Idini e Corda. A sprazzi anche molto tesa, ma che premia il giocatore sassarese (3-1). I due avversari ci battono anche nel doppio ma con punte di sofferenza. In definitiva è stata una bella giornata vissuta all’insegna del Tennistavolo”.

Antonio Rossi

GIRONE B

A fare gli onori di casa la società Tennistavolo Norbello. Ad una giornata dal termine il Guilcier Ghilarza Bureco, composto da Briam Mele, Alessandro Faedda, Gianni Pintus, Ignazio Calderisi, Mario e Guido Marchi, a punteggio pieno, ha già vinto il girone e si qualifica per la fase finale del 30 aprile. Dietro di loro il vuoto, anche se si registrano i successi del Guilcier Ghilarza Iskra e del Paulilatino (Giuseppe Mellai, Pasqualino Putzolu). Non muovono la classifica TT Oristano (Roberto Chessa, Mariapia Are, Pierpaolo Cubadde, Francesco Pibi, Salvatore Sanna) e Tennistavolo Norbello.

Briam Mele (Foto Tomaso Fenu)

Le disamine di due protagonisti:

Quirico Mura (Guilcier Ghilarza Iskra): “Affrontiamo il Tennistavolo Norbello, una buona squadra con giocatori esperti che militano in una categoria superiore alla nostra. Comincio io contro Bosu Roberto: la gara, all’inizio, mi crea ansia, non conosco l’avversario e durante il riscaldamento lo vedo effettuare degli ottimi colpi: riesco, comunque a vincerla per 3-0. La seconda partita vede lo scontro tra Ignazio Piras e Antonello Ledda: Ignazio non si sta allenando, affronta concentrato l’avversario ma perde il primo set, riesce a vincere il secondo, ma purtroppo non dà continuità ai suoi colpi e la partita si chiude 3-1 per Ledda. Si deve giocare il doppio e la nostra squadra schiera Agostino Campanello e Mura contro il duo Ledda-Bosu. Questa specialità è sempre complicata, bisogna coordinare i movimenti tra compagni e non sempre viene allenato adeguatamente dalla squadra. Il primo set lo vinciamo di misura per 11-9, riusciamo a chiudere la partita vincendo per 3-0. Nella quarta partita mi oppongo ad Antonello Ledda: l’esperienza e le giocate dell’avversario mi costringono alla resa in soli tre set. Il punteggio torna in parità per 2-2 e la quinta partita diventa fondamentale per poter vincere l’incontro. Lo scontro è tra Piras e Bosu: nel primo set Ignazio affronta determinato l’avversario e si impone per 11-3. Nel secondo Bosu è più concentrato e riesce ad arrivare agli spareggi ma deve arrendersi per 12-10. Durante il terzo set Ignazio è più determinato, si impegna tantissimo riuscendo a prevalere per 11-7. Con questo risultato facciamo nostra la partita: Guilcier Iskra vince contro il Norbello per 3-2. Siamo particolarmente soddisfatti per il risultato conseguito, sia a livello personale, sia di squadra, abbiamo affrontato degli ottimi avversari e non era semplice portare a casa un risultato positivo”.

Antonello Ledda (Foto Tomaso Fenu)

Roberto Bosu (Tennistavolo Norbello): “Malgrado giocassimo in casa non siamo riusciti a ripetere la prestazione di Oristano. I risultati non ci hanno sorriso, nonostante le avversarie ghilarzesi (Iskra e Bureco) fossero entrambe alla nostra portata. Chiudiamo la giornata con grande rammarico (poteva andare diversamente). Da parte mia c’è stata poca concentrazione, ho avuto tantissima difficoltà nel primo incontro, mentre nel secondo sono andato meglio. Purtroppo è stata una giornata “no”. Ci attende l’ultimo sforzo a Paulilatino, sperando di far meglio: sicuramente ci impegneremo al massimo col mio compagno di squadra Antonello Ledda”.

GIRONE C

A Carbonia due gare in calendario. La squadra di casa Azzurra comanda la graduatoria a punteggio pieno, con due punti di vantaggio sul Tennistavolo Decimomannu. Mancano ancora due giornate al termine. Di seguito la cronaca delle sfide Carbonia Azzurra-TT Monserrato e Carbonia Bianca- La Saetta.

Vito Moccia (Carbonia Azzurra): “Per la terza volta nella stagione rincontriamo gli amici del TT Monserrato. Inizio io contro Gianpaolo Manca, come sempre avversario duro da battere, riesco a prevalere in quattro set ma a fatica. Secondo incontro tra Marco Lai e Marco Sanna: questa volta il mio compagno, a differenza della precedente partita in campionato, è molto attento e preciso e porta il secondo punto a nostro favore. Per il doppio scendo in campo con Pietro Pili; la partita sembra essere in discesa per noi infatti andiamo in vantaggio per 2-0, ma i tostissimi Manca e Sanna riescono a ribaltare le sorti dell’incontro e vincono per 3-2. Pietro subentra al mio posto nel successivo singolo e chiude la partita con una prestazione convincente su un Marco Sanna comunque sempre difficile da battere. Restiamo a punteggio pieno nel girone, ci giocheremo il primo posto contro il TT Decimomannu nel prossimo concentramento del 16 Aprile”.

Vito Moccia (Foto Tomaso Fenu)

Francesco Murtas (La Saetta Quartu): “La partita di recupero del campionato veterani di sabato sera disputata a Carbonia ha regalato alla nostra squadra la prima vittoria e i primi due punti, compreso il momentaneo terzo posto in classifica. A contendersi la vittoria le due formazioni composte da me e Christian Ferro da una parte e da Enrico Bianciardi – Marco Ibba e Luciano Macrì, inizialmente in panchina, dall’altra. L’incontro si avvia con la sfida tra me e Marco Ibba, che con qualche difficoltà si porta a casa l’incontro per 3-1. Segue Ferro – Bianciardi con poco da raccontare in un incontro abbastanza lineare a favore del mio compagno di squadra, che chiude 3-0. La chiave del match sta nel doppio che vede la coppia Ferro/Murtas contrapposta alla coppia Ibba/Macrì, entrato dalla panchina. L’incontro si conclude con la vittoria al quinto set a nostro favore. Sul 2-1 per noi Ferro affronta Ibba che soccombe alla superiorità dell’avversario per 3-0. Peccato che il concentramento abbia previsto una sola partita a fronte del lungo tragitto, ma va bene comunque così, viva lo sport, viva il tennistavolo, che ci regala sempre delle bellissime sensazioni”.

Francesco Murtas (Foto Tomaso Fenu)

IL PROGRAMMA DEL PROSSIMO WEEK END

Finisce la regular season nei campionati nazionali di serie A1 e A2, anche se resta qualche match da recuperare a causa dei contagi.

La Marcozzi Cagliari, già qualificata per i play off, ospita Il Circolo Prato (7 punti) che deve vincere assolutamente per sperare di evitare la retrocessione diretta (sabato 9 aprile, Palatennistavolo, h. 19:00). Il Tennistavolo Norbello (8) ospita la vice capolista Top Spin Messina, sabato in via Azuni con inizio alle 17:00. Ai padroni di casa basterebbe un punto per salvarsi, ma molto dipenderà dagli esiti della gara di Cagliari e di quella tra Reggio Emilia (8) e Sant’Espedito Napoli (6). Nel centro del Guilcer, in contemporanea ai maschietti, scende in campo la formazione di A1 femminile che affronta il TT Ennio Cristofaro di Casamassima (Bari). Qui c’è da definire chi tra le giallo blu e il Quattro Mori Cagliari, attualmente a pari punti, accederà ai play off. La squadra campidanese ospiterà il Cortemaggiore martedì 12 aprile alle 15:30.

In A2 maschile il Tennistavolo Sassari deve vincere a tutti costi nella trasferta che lo impegnerà a Pescara il 9 aprile (h. 16:30) per partecipare ai play off promozione. La Marcozzi, ormai salva, fa gli onori di casa al CIATT Prato (sabato 9 aprile, h. 15:30) che ha gli stessi punti del club sassarese.

In B2, assodato che il Santa Tecla Nulvi Cooperativa San Pasquale ha già ottenuto la promozione e Il Cancello Alghero retrocederà, resta da capire chi gli farà compagnia in serie C1. Il programma della settima giornata (non è l’ultima visto che si devono recuperare le prime due del ritorno), prevede le gare tra Muraverese Gialla – Muravera TT (domenica viale Rinascita, h. 16:00) e Muraverese Rossa – Il Cancello Alghero (sabato, h. 16:00).

Anche in C1 ci sono ancora diverse gare da giocare, oltre a quelle del prossimo week end. Il praticamente già condannato ITC Enrico Fermi Iglesias fa visita al TT Maccheroni (sabato 9 aprile), mentre il Tennistavolo Sassari, che in tutto dispone di tre gare da disputare, e la matematica non l’ha ancora condannato, sarà impegnato sul campo della Roma Tennistavolo (domenica pomeriggio).

Ultime battute anche per il campionato di serie C2 (Foto Tomaso Fenu)

Il campionato regionale di serie C2 ha già consacrato il promosso TT Guspini, e condannato il Tennistavolo Norbello. Ma deve definire le squadre retrocesse e il match tra Muraverese e Azzurra (Quartu, via Vespucci, 9 aprile h. 16:00) rappresenta un degno finale.

Team guspinese in festa anche in D1 (girone A) per la promozione in anticipo. Nella lotta

salvezza spicca il match tra Alghero e Lib. Ping Pong Monterosello (sabato, via Grandi h. 17:00)

Nel girone sud il Carbonia Blu è già promosso, e il Torrellas Blu pensa già alla D2. La lotta salvezza resta un affare tra tre compagini: La Saetta riceve il Torrellas Gialla (9 aprile h.19:00, via Nenni); Il Decimomannu, nel suo campo di via Arborea affronta la Marcozzi (sabato h: 17:00); il Monserrato gioca a Carbonia, ospite della formazione “Bianca” (via Roma, sabato h. 16:00).

In D2 mancano ancora due verdetti: dopo la matematica promozione di Santa Tecla Nulvi A e Paulilatino, sono i gironi C e D che dovranno esprimersi. Nel primo caso il Cagliari TT, un punto sopra il Decimomannu Blu (riceve il Torrellas Young), è ospite del Decimomannu Rossa.

Un incontro di D1 (Foto Tomaso Fenu)

Nel girone D, lo Sporting Lanusei è di scena sul campo della Muraverese Old. Se vincesse raggiungerebbe la riposante Muraverese Arancio, sorpassandola per migliori scontri diretti.

Print Friendly, PDF & Email