Dalle giornate infauste sgorgano propositi di riscossa che solo in contesti sportivi come quello norbellese possono tenere lontani polemiche o facili isterismi. Certo, la A1 maschile continua a divincolarsi in un mare in burrasca nonostante i tentativi di irrobustire l’imbarcazione. Il reclutamento del portoghese Jose Enio Mendes va verso quella direzione ma per il momento ci si deve accontentare del suo mero tentativo di acclimatamento alla serie.

Dalle donne non si potevano attendere miracoli: entrambe le formazioni si presentano rimaneggiate, ma anche al completo, il pronostico non sarebbe mutato di una virgola. Si guarda avanti senza paura, pronti ad aggredire il calendario con la tempra di chi non ha più niente da perdere ma che ha in serbo propositi di salvezza.

a sx il presidente Simone Carrucciu posa con Jose Enio Mendes

“Non è certo stata una serata da incorniciare – rileva il presidente del sodalizio guilcerino Simone Carrucciu – anche perché il nostro duo portoghese, sulla carta molto temibile, ha trovato ostacoli insormontabili negli avversari castellani. Attendiamo giornate migliori anche perché la lotta salvezza è ancora apertissima. Sul fronte femminile restano ancora sei giornate di fuoco dove tutto è da decidere, a partire da venerdì prossimo quando affronteremo in trasferta l’Eppan. Queste battute d’arresto non logoreranno il nostro proverbiale buon umore. Restiamo uniti e vogliosi di migliorarci, i risultati arriveranno”.

Campionato Serie A1 Femminile – Girone unico
Prima giornata di ritornoSabato 15 gennaio 2022Ore 17:00
Sede di GiocoPalestra Comunale – via Azuni – Norbello (OR)
A.S.D. Tennistavolo NorbelloTT. Castel Goffredo (Mantova)14
da sx Kukulkova, Nagy, Trudu, Carrucciu

UN BUON ALLENAMENTO PER L’INIZIO VERO E PROPRIO DEL RITORNO

Le padrone di casa fanno a meno di Magdalena Sikorska, Giulia Cavalli e si schierano con Krisztina Nagy, Tatiana Kukulkova e la nuraghese-cagliaritana Eleonora Trudu, fino ad ora impegnata nel campionato regionale di serie C2. Il team del Mantovano “grazia” dalla trasferta i due mostri sacri di origine cinese, Maria Xiao, e Yang Xiaoxin e manda in centro Sardegna Bernadette Szocs, Gaia Monfardini e sua mamma Tan Wenling.

La campionessa romena non ha problemi nell’aver ragione di Kukulkova e Gaia Monfardini allunga su Trudu. Il primo set giallo blu lo conquista Nagy su Tan che comunque chiude al quarto parziale. E di lì a poco giunge anche il primo e unico successo con la slovacca Kukulkova che domina Monfardini. Il match si chiude con il successo di Szocs su Nagy in tre set. La diversamente giovane pongista italo-ungherese fa una rapida disamina della gara: “Tutto è andato secondo le previsioni – dice Krisztina Nagy – ma fa piacere che Tatiana abbia conquistato un punto, ed è la seconda volta che le capita contro la n. 1 della classifica italiana. È stata solida e mentalmente molto stabile. Il mio ginocchio migliora ma non sono ancora al 100%; anzi dopo questa gara è particolarmente gonfio ma per la settimana prossima, a parte eventuali contrarietà dei medici che mi visiteranno, dovrei essere in grado di affrontare la gara. Nel complesso mi sembra sinceramente di non aver fatto una brutta figura. Per Eleonora è stata una missione impossibile, ma le ho dato diversi consigli tra cui quello di fare più punti possibili per set e alla fine della gara l’ho vista soddisfatta. In definitiva è stato un ottimo allenamento in vista dell’importante sfida di venerdì contro l’Eppan”

Un servizio di Kukulkova verso Szocs
A sx Trudu serve verso Monfardini
a dx Nagy gioca con Tan Wenling
a dx Kukulkova prepara il successo su Monfardini
Campionato Serie A1 Maschile – Girone unico
Prima giornata di ritornoSabato 15 gennaio 2022Ore 17:00
Sede di GiocoPalestra Comunale – via Azuni – Norbello (OR)
A.S.D. Tennistavolo NorbelloTT. Castel Goffredo (Mantova)14
da sx Litterio, Vellucci, Mendes, Carvalho

INSPIEGABILE STOP: PERSA UNA GRANDE OCCASIONE

Del tesseramento di Jose Enio Mendes sapevano in pochi e avrebbe dovuto essere l’asso nella manica per strappare almeno un punto ad una squadra piazzata a ridosso delle grandi. L’atleta nativo di Madeira, 37 anni ha un curriculum niente male dove spicca il bronzo europeo conquistato con la nazionale portoghese in polonia. Ma ha avuto modo di affinare tecnica e potenza militando nella seconda bundesliga tedesca. Con un background del genere nessuno si sarebbe aspettato di vederlo perdere con l’atleta meno incisivo del club castellano, Luca Bressan, che fino alla sfida di via Azuni aveva cinque gare disputate e nessuna vittoria. Il Guilcer gli porta bene perché ha avuto ragione anche di Pasquale Vellucci che a sua volta cede pure a Yefimov. Nella formazione locale appare sotto tono Diogo Carvalho che nella sfida contro l’ucraino parte male e non riesce a correggere il tiro alla distanza. Procura l’unico punto della sua squadra imponendosi su Alessandro Baciocchi.

Un servizio di Mendes opposto a Bressan
a sx Vellucci opposto a Yefimov
Il match Carvalho-Yefimov

A fine gara appare sconsolato il tecnico Eliseo Litterio: “La partita nasce storta e si concluse nel peggiore dei modi. Di sicuro la sconfitta inaspettata di Mendes ha frastornato la squadra. Eppure le premesse erano confortanti perché siamo riusciti ad abbinare Yefimov con Vellucci e poi dovevamo approfittare dell’assenza di Monteiro, l’atleta più rappresentativo di Castel Goffredo. Almeno il pareggio era alla nostra portata, ed invece non so veramente cosa dire per giustificare questa ennesima sconfitta”. La lotta per la salvezza è più viva che mai: domenica prossima sfida thrilling a Prato.

Print Friendly, PDF & Email