Ha scelto Norbello per dar atto alla sua riscossa personale. Il trentunenne modenese Lorenzo Ragni ricomincia da zero dopo un delicato intervento alla schiena subito poco più di due mesi fa. Da ex n. 7 d’Italia sa che se la salute lo appoggerà pienamente potrebbe essere una delle pedine principali a disposizione del tecnico Eliseo Litterio per il tentativo di risalita nella massima serie.

L’avversario che se lo ritrova davanti deve stare molto attento a dove mandare la piccola sfera perché l’atleta emiliano è capace non solo di recuperarla da posizioni proibitive, ma anche di rispondere per le rime, rendendo lo scambio altamente spettacolare. Inoltre è dotato di particolare versatilità che gli consente di variare repentinamente le strategie offensive.

Virtù che gli sono servite per brillare nei suoi trascorsi giovanili quando inanellò diversi titoli italiani. Oltre quelli a squadre e doppi vari, spiccano, a livello individuale, l’oro nella categoria under 21 e poi lo scudetto nel singolo di 2^ categoria. Rimarca con orgoglio anche i 4 bronzi nei Giochi dei Piccoli Stati (riservati agli Stati Europei con una popolazione inferiore al milione di abitanti) con la nazionale di San Marino. Quella ai piedi del Monte Titano è stata una delle varie tappe della sua carriera, cominciata dai tempi della scuola media con la società Villadoro Modena. Ma all’epoca meditò a lungo sull’opportunità di abbandonare completamente la passione per il calcio che praticò in contemporanea al tennistavolo.

Gli altri club frequentati sono stati Reggio Emilia, Renogalliera, Carrara e Prato.

(Foto Marta Moratti)

Oltre ad aver indossato la maglia della nazionale assoluta sammarinese, Lorenzo ha avuto trascorsi anche con le selezioni italiane giovanili.

“Non vedo l’ora di contribuire alla causa del Tennistavolo Norbello con risultati concreti – ha dichiarato il recente innesto giallo blu – e pur non conoscendo l’ambiente, penso che sia molto sano per poter praticare la disciplina nel miglior modo possibile; sono entusiasta di appartenere a questa nuova famiglia”.

(Foto Massimo Querzolo)

Tra i suoi futuri obiettivi c’è un campionato di vertice: “Partiamo da favoriti ma nessuna avversaria sarà da sottovalutare”. Vorrebbe inoltre fare bene ai prossimi campionati italiani di categoria e avvicinarsi il più possibile a quello che è stato il suo best ranking.

La dirigenza del club guilcerino non vede l’ora di ammirare le prodezze pongistiche del nuovo arrivato e intanto si congratula con lui per l’ottima scelta.

 

Print Friendly, PDF & Email

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0