Gaudio e tripudio. Con i tre punti ottenuti nell’ultimo concentramento di Angolo Terme il club del centro Sardegna ha tenuto a distanza l’Eppan ed ha sorpassato l’Athletic Club Genova, terminando la regular season di A1 femminile al quarto posto.

Se il clan in rosa esulta, quello maschile piange a dirotto per le sconfitte rimediate a Roma in A1 e in Austria nella seconda fase, ad eliminazione diretta della coppa europea TT Intercup 2018-19.

Preoccupa maggiormente lo stop in campionato perché a parte Tsiokas, il resto dell’organico è apparso nettamente inferiore agli avversari che ad onor del vero occupavano un terzultimo posto poco veritiero rispetto alle loro credenziali.

Simone Carrucciu e Tista Mele 2

I vertici societari composti dal presidente Simone Carrucciu e dal suo vice Tista Mele hanno seguito le vicende dei big team traendo le loro personalissime considerazioni. “Sia io, sia Tista – argomenta Simone Carrucciu – abbiamo riferito alla dirigenza che la situazione è positiva a metà. Da un lato siamo al settimo cielo per aver ritrovato i play off dopo due stagioni di digiuno, dall’altro monta la preoccupazione circa la permanenza nella massima serie maschile. Abbiamo un organico competitivo che non riesce a fare la differenza nelle gare più alla portata, ma ci sono ancora cinque giornate e potrebbero arrivare anche delle sorprese inaspettate. Intanto ringraziamo tutti i nostri giocatori per l’impegno e la disponibilità che speriamo possano continuare con profitto negli imminenti appuntamenti agonistici”.

Norbellissime e dirigenza ad Angolo Terme

Campionato Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale

Seconda giornata di ritorno Sabato 9 febbraio 2019 Ore 15:00

 

Sede di Gioco Convitto nazionale- via Prestinari -Roma

ASD GS Cral Comune di Roma Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer 4 1

SOLO TSIOKAS RESISTE ALL’ASSALTO ROMANO

La striscia positiva è stata interrotta. Al contrario i padroni di casa ritrovano smalto dopo un lungo periodo di digiuno che li proietta fuori dalla zona calda. I giallo blu sanno di dover soffrire fino all’ultimo, anche se fortunatamente per loro il Lomellino non è andato oltre il pareggio contro la formazione piemontese del Verzuolo. In teoria tutto dovrebbe farsi in discesa per il team allenato da Eliseo Litterio che giocherà in Sardegna le restanti 5 gare della regular season.

Un servizio di Ntaniel Tsiokas

La prestazione di ieri ha denotato la netta supremazia dei locali; l’unico capace di contrastarli è stato l’ateniese romeno Ntaniel Tsiokas che prima è stato artefice di una clamorosa rimonta passando dall’ 0-2 al 3-2 nei confronti di Federico Pavan. Nella seconda sfida della giornata è successo il contrario, con il difensore guilcerino che sembra poter imporsi sul cinese. Ma alla lunga i 28 anni di differenza si fanno sentire e la freschezza atletica dell’orientale ha il sopravvento.

Omotayo Olajide al servizio

Senza storia gli altri 3 incontri che hanno visto protagonisti Catalin Negrila, Omotayo Olajide e Maxim Kuznetsov. L’italo romeno totalizza in tutto tredici punti contro Chen, il nigeriano si mostra grintoso e vincente solo nel primo set, poi la gara diventa un monologo di Paolino Bisi.

Il quartetto maschile discute durante un time out

“Sapevo che il Cral non era alla nostra portata. Solo Tsiokas è apparso competitivo, mentre gli altri non sono andati neanche vicini ad un risultato diverso. Possiamo ancora salvarci – commenta il tecnico Eliseo Litterio – anche se per noi sarebbe stato meglio se il Lomellino avesse perso col Verzuolo. Ora è necessario totalizzare almeno tre punti contro queste due compagini, magari battendo il Lomellino nello scontro diretto del 6 aprile 2019”.

 

Tsiokas e Catalin Negrila

a dx Maxim Kuznetsov affronta 

Campionato Serie A1 femminile – Girone Unico Nazionale

Sesta giornata di ritorno Domenica 10 febbraio 2019 Ore 11:00
Settima giornata di ritorno Domenica 10 febbraio 2019 Ore 14:30

 

Sede di Gioco Palazzetto via Regina Elena – Angolo Terme(BS)

Tennis Tavolo Torino Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer 1 4
Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer ASD T.T Vallecamonica 3 3

TRE PUNTI PREZIOSI

Orfane di Eliseo Litterio, ottenebrato dalla febbre, le ragazze fanno autogestione sebbene Il presidente/tecnico Simone Carrucciu sia lì a due passi che le controlla. Tutto facile nell’incontro d’esordio dove il Tennis Tavolo Torino è riuscito ad ottenere il punto della bandiera con Emanuela Daniele che ha prevalso al quinto set dopo aver rimontato due set di scarto nei confronti di Gaia Smargiassi. Perentorie le doppiette della polacca Magda Sikorska e dell’ucraina Diana Styhar.

a dx Magda Sikorska

Appreso della doppia sconfitta di Genova che così cede il quarto posto in classifica alle norbellissime, si continua a formulare strategie per proprio conto, tanto ormai i giochi sono fatti.

Molto più complessa, rispetto alla prima, la sfida con le padrone di casa del Vallecamonica che schierano due straniere da non sottovalutare mai. Come per esempio la britannica Tsaptsinos che in realtà, come percentuali di rendimento, era di poco sopra la pongista di Odessa che infatti si è dovuta arrendere dopo quattro set.

Diana Styhar si prepara a ricevere

Magda e Diana

Rimedia subito Magda con un netto 3-0 su Favaretto, ma il team lombardo si riporta in vantaggio grazie alla romena Andreea Hudusan che non perdona la mezzo infortunata Gaia Smargiassi. La situazione si ribalta grazie al break di Sikorska (su Tsaptsinos) e di Diana che non lascia scampo alla Hudusan. Ma nel primo caso l’atleta inglese scompiglia la strategia di Magdalena che ritrova il bandolo della matassa al quinto set. Le uniche due italiane in gara giocano la gara che chiude il capitolo della regular season. Purtroppo Gaia non ce la fa e abbandona quasi subito per i lancinanti dolori alle gambe che preoccupano non poco allenatore e dirigenza. Lei però continua a rimanere ottimista: “Il ginocchio mi sta bloccando dalla scorsa settimana – ribadisce Gaia Smargiassi – e ad un certo punto, nella sfida con la Daniele non riuscivo più a muoverlo, mi sentivo incapace di tirar su nemmeno una pallina e mi sono limitata a palleggiare. Devo ritrovare assolutamente la forma migliore, mi sto sottoponendo continuamente a sedute di fisioterapia che per ora non stanno facendo effetto, zoppico vistosamente, ma non demordo”.

Gaia Smargiassi attende il servizio della avversaria di casa

Gaia ascolta i preziosi consigli di Diana

Coppa Europea TT Intercup – Elite League

Quarti di finale Domenica 10 febbraio 2019 Ore 18:00

Sede di Gioco Kuchl (Austria)

TTC Raiffeisen Kuchl Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer 4 3

PECCATO, NON ERA UN TURNO PROIBITIVO

Straordinari di non poco conto per Ana Brzan, Catalin Negrila e la super bandiera Maxim Kuznetsov che hanno sopperito all’emergenza d’organico sacrificandosi ulteriormente nonostante tutti e tre fossero reduci dalle avventure di campionato del giorno prima.

Dopo un viaggio in auto di “qualche manciata” di chilometri il terzetto ha dato l’anima per tentare il passaggio di turno nella costola più prestigiosa della TT Intercup che quest’anno si è fatta in cinque per accontentare un po’ tutte le partecipanti.

La gara ad eliminazione diretta valevole per la Élite League, combattuta e altamente spettacolare, ha divertito il pubblico di Kuchl. Il team ospite esce di scena dalla coppa europea, dopo aver passato la fase precedente come testa di serie.

Tutto comincia per il meglio con Maxim Kuznetsov che d’esperienza riesce ad imporsi sul numero 1 di casa, l’ungherese Mate Moricz. Prosegue bene anche Catalin Negrila opposto al giovane autoctono Thomas Ziller che però rinviene nella seconda frazione dove gli riesce qualsiasi cosa. L’italo romeno riprende l’iniziativa riportandosi in vantaggio. Tutto sembra pendere a suo favore ma gli imprevisti sono dietro l’angolo e sebbene si renda protagonista di due set tirati, li perde entrambi. Con la situazione tornata nuovamente in parità arriva il turno di Ana Brzan che in tre set cede al numero 2 austriaco Lukas Seidl.

Il match che ha fatto pendere l’ago della bilancia verso il club ospite è sicuramente il doppio con in campo da una parte Moricz/Ziller e dall’altra Kuznetsov/Negrila. La disputa non tradisce le attese, terminando dopo cinque set molto tirati dove il duo giallo blu commette un numero maggior di errori banali. Con molta prontezza di spirito Catalin si scuote e accorcia le distanze dominando Moricz per 3-1. Il compito di ristabilire le sorti del match a Maxim riesce molto bene perché pur soffrendo non dà scampo neppure a Lukas. Il passaggio del turno è nelle racchette di Ana Brzan e Ziller. Purtroppo il pongista del team salisburghese appare più tonico e dopo aver vinto i primi due set agevolmente chiude definitivamente la pratica ai vantaggi del terzo. Si perde con onore contro la vice capolista della serie A2 austriaca, ma il Tennistavolo Norbello non ha potuto schierare Olajide, Tsiokas e Sikorska perché assorbiti da altre attività.

Durante il viaggio di ritorno Maxim Kuznetsov l’ha vista così: “La mia gara d’esordio è stata molto equilibrata, ma sono riuscito ad avere la meglio ai vantaggi nei primi due set e poi nel decisivo ho allungato dalla seconda metà in poi; devo dire che è andata abbastanza bene. Catalin ha sciupato una grande occasione palesando qualche incertezza nei momenti decisivi e concedendo qualche colpo di troppo all’avversario. Ana ha fatto il possibile per contrastare i colpi pesanti del suo primo avversario ma c’è stato poco da fare. Sinceramente il dispiacere maggiore è giunto col doppio: era alla nostra portata e non credo di poter essere contraddetto se dico che l’abbiamo perso noi con le nostre ingenuità. Poi Catalin si è preso una bella rivincita mostrandosi più grintoso e determinato. Io procuro il punto del 3 a 3 con un’altra gara tirata che però riesco a controllare a mio favore. Ana è stata messa in serie difficoltà dal suo avversario, anche se nella terza frazione abbiamo sperato che fosse nelle condizioni di riaprire la partita però non c’è stato nulla da fare, peccato”.

Tutti i protagonisti della sfida austriaca

Campionato Serie C1 Maschile – Girone “O” Nazionale

Prima giornata di ritorno Sabato 9 febbraio 2019 Ore 16:30

 

Sede di Gioco Palestra Scolastica – via Vespucci – Quartu S. Elena

ASD Tennistavolo Norbello ADSD Roma 12 “A” 3 5

ANA BRZAN NON BASTA

Davanti ad una delle più forti compagini del torneo, il collettivo isolano non sfigura. Ana Brzan sfiora la tripletta, vanificata dal bielorusso Haidzis che riesce a spuntarla. C’è più di un rammarico dell’italo – slovena per la condotta di gioco adottata con un avversario non irresistibile. Anche Cesare Mozzi cede allo straniero di Roma al quinto set ma realizza però l’altro punto dei locali. Perde tutti gli incontri Federico Concas. Sarà complicato salvarsi.

Campionato Serie C2 Maschile – Girone Unico Regionale

Prima giornata di ritorno Sabato 9 febbraio 2019 Ore 18:00

 

Sede di Gioco Palestra Scolastica – via Nenni – Quartu S. Elena

ASD TT La Saetta Tennistavolo Norbello 5 1

POCA STORIA, SI SALVA ANDREA FRANCESCHI

La vice capolista non fa sconti alla penultima. Punto della bandiera norbellese da parte di Andrea Franceschi su Michela Mura. Il pongista di Cagliari era in vantaggio per due 2-0 su Lorenzo Piras ma si è fatto sorpassare. A secco Eleonora Trudu e Antonello Ledda.

Campionato Serie D2 Maschile – Girone “B” Regionale

Prima giornata di ritorno Sabato 9 febbraio 2019 Ore 16:30

 

Sede di Gioco Palasport – corso Vittorio – Nulvi (SS)

ASD TT Santa Tecla Nulvi Rossa Tennistavolo Norbello 6 0

TROPPO FORTE LA CAPOLISTA

Il risultato dice tutto. Nulla da fare per il trio composto da Mauro Mereu, Franco Sanna e Augusto Sau. Ma non era questo il test ideale per constatare dei miglioramenti.

Print Friendly, PDF & Email