La settimana infinita procede lentamente, come se durasse un mese. E prima di concluderla ci passano altre due gare, stavolta internazionali. Intanto la A1 maschile muove ancora la classifica anche se, forse, dalla formazione migliore in campo, i tifosi si sarebbero aspettati un risultato più a sensazione; ma quello della Marcozzi non è collettivo da sottovalutare.

Ora il testimone lo prendono le donne che in via Azuni ospiteranno una avversaria d’altissimo blasone nell’incontro di andata di Coppa Europe Women. “Venite a sostenere le ragazze – esclama il presidente Simone Carrucciu – hanno bisogno del migliore affetto per provare a superare un turno a cui non siamo mai approdati”. Nel ricordare che l’ingresso è gratuito Carrucciu si complimenta anche con i norbelloni per l’importante pari nel derby sardo di Cagliari ma tutto è ancora da conquistare: ”Anche se ci ritroviamo in vetta alla classifica, la salvezza è lontanissima e i ragazzi, fino a questo momento molto bravi, non devono mai abbandonare la concentrazione perché i pericoli sono sempre ben appostati”.

E per alcuni di loro si profila l’impegno in Belgio, domenica prossima, per la big final della Pool F della TT Intercup.

Pausa di riflessione alla spiaggia Poetto di Cagliari
Campionato Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale
Quarta giornata di andataMercoledì 16 novembre 2022Ore 18:00
Sede di GiocoPalatennistavolo – via Crespellani – Cagliari
ASD MarcozziA.S.D. Tennistavolo Norbello33

GASTON DISORIENTATO DALL’EX CAMPOS

Sei sfide dai risultati netti che non aprono il capitolo recriminazioni. L’ex cubano Moises Campos cede il secondo parziale a Marco Antonio Cappuccio ma nei restanti tre concede poco. Come del resto il campione sudamericano Gaston Alto nei confronti dell’indiano di casa Siddesh Pande che viene sgominato in tre set. Si rivede il Diogo Carvalho cinico e spietato che lascia sempre a debita distanza Antonino Amato. Forse si attendeva qualche emozione in più nel derby panamericano tra Campos e Alto. Dopo esser passato in vantaggio, l’ospite crolla gradualmente davanti ai colpi sicuri e ben assestati del caraibico. E anche Amato sciorina intraprendenza e convinzione dei propri mezzi quando deve affrontare Cappuccio. Senza storia anche il rush conclusivo con la netta supremazia del portoghese norbelliano nei confronti di Pande.

a sx Cappuccio opposto a Campos
Carvalho e Amato
Scontro panamericano tra Alto e Campos

“Alla fine siamo un po’ delusi per non aver vinto – interviene il tecnico Sergei Mokropolov – ma abbiamo dovuto fare i conti con un Campos che ha disputato una partita straordinaria contro Gaston; gli altri punti realizzati sono stati facili. Però dopo aver totalizzato quattro punti nelle partite precedenti, questa volta un pareggio ci poteva stare. Certo è che un risultato simile non ce lo possiamo permettere contro Reggio Emilia”.

da sx Carvalho, Mokropolov, Carrucciu, Cappuccio, Alto
Coppa Europea Femminile – ETTU Europe Cup Woman
Terzo turno – Gara d’andataVenerdì 18 novembre 2022Ore 18:00
Sede di gioco: Palestra Comunale – via AzuniNorbello
Tennistavolo NorbelloSH-ITB Budaörsi Sport Club (Ungheria)  

ARRIVA UNA SQUADRONA

Giunti a questo punto sperare di incrociare squadre deboli è praticamente impossibile. In via Azuni ne arriva una che attualmente annovera due atlete della nazionale magiara, Georgina Pota e Helga Dari, reduci dalla sfida persa con la Romania di Szocs e Dragoman nel turno di qualificazione all’European Championship team. Pericolose saranno anche le diverse terze giocatrici che potrebbero completare il collettivo, come per esempio Maria Fazekas che due stagioni fa ha militato nell’Eppan. Poi è vero che (e questo vale per entrambe le formazioni) si devono fare i conti con la reale disponibilità delle pongiste costantemente impegnate su più fronti. I tifosi guilcerini sperano di trovare in via Azuni un team molto competitivo, ma tante ancora sono le incertezze.

Domenico Colucci e Alina Zaharia

Confermate dal tecnico Domenico Colucci che attende risposte da più fronti in modo che possa ragionare meglio sulla formazione da comporre.

“Al terzo turno della competizione – dichiara – siamo consapevoli di quello che ci attende. Pota è giocatrice d’esperienza non più giovanissima ma importante, Dari l’ho vista spesso partecipare ai circuiti giovanili e si sta affacciando molto bene anche in quelli seri. Tutta questa nostra incertezza di fondo purtroppo è stata condizionata dagli atteggiamenti palesati dalla Federazione ungherese, la società Budaörsi Sport Club e l’ETTU, rei di non averci concesso grandi spazi di manovra. Spero che nonostante queste problematiche si riesca a schierare una formazione competitiva. Con le migliori a disposizione si potrebbe pensare seriamente al passaggio del turno”.

Print Friendly, PDF & Email