Tutto sommato non è stato un turno memorabile per le cinque formazioni impiegate, ma la vittoria della A1 femminile nel derby di Sardegna mette in secondo piano gli altri risultati più o meno esaltanti.

In A1 maschile ci sarà da soffrire finché non si troveranno le giuste alchimie in una rosa ampia ma da amalgamare ulteriormente.

Giulia Cavalli dà un sostegno inquantificabile alle norbellissime ma non aiuta la formazione Blu di A2 che rimedia due sconfitte. Più generosi i profitti della sudista Gialla che sta trovando nella quasi maggiorenne Gaia Smargiassi una indomita condottiera.

La A1 femminile con Giulia Cavalli, Krisztina Nagy e Magdalena Sikorska e il presidente Simone Carrucciu

“Piano con gli allarmismi – implora il presidente Simone Carrucciu – la stagione è lunghissima, possiamo assistere ancora a tutto e al contrario di tutto. Però ne approfitto per ringraziare le ragazze di A1 che anche in assetto emergenziale trovano cuore e orgoglio per regalarci due punti che sono di platino per la nostra permanenza nella massima serie. Mi spiace per l’insuccesso dei ragazzi, ma insieme adotteremo delle soluzioni per ritrovare ottimismo e speranze. Ringrazio anche le nostre norbelline per l’impegno mostrato come sempre, rimaste a secco al nord ma con tre punti in più al sud, mancano ancora tre concentramenti, tutto è possibile”.

Campionato Serie A1 Femminile – Girone unico
Quarta giornata di andataSabato 13 novembre 2021Ore 17:00
Sede di GiocoPalestra Comunale – via Azuni – Norbello (OR)
A.S.D. Tennistavolo NorbelloASD Quattro Mori Cagliari41

MAMMA GIULIA È IN FORMISSIMA, MAGDALENA UNA PIACEVOLE CONFERMA

Gli Europei under 21 di Spa (Belgio) hanno obbligato le contendenti isolane a rimaneggiare i ranghi. Nell’impianto di via Azuni la squadra di casa ha salutato con affetto il ritorno sia della polacca Magdalena Sikorska, sia di Giulia Cavalli, che hanno colmato i buchi creati da Tatiana Kukulkova e Offiong Edem. Con loro la rassicurante Krisztina Nagy.

Nel club ospite erano assenti Andreea Dragoman, Tania Maria Plaian e Tijana Jokic, ma la formazione si è palesata comunque molto competitiva con Rossana Ferciug, Andreea Clapa e il nuovo innesto olandese dell’ultimo momento Sjanie Sanne De Hoop.

Nella composizione dell’ordine di giocate si è fatto in modo che Magdalena affrontasse le due straniere nell’intento di dare a Giulia e a Krisztina la possibilità di poter affrontare Rossana Ferciug. Il Quattro Mori ha però girato la formazione schierando come numero uno l’italiana di origine rumene, cambiando le aspettative alle giallo blu.

Pertanto Sikorska, nel match inaugurale, liquida in tre set Ferciug. Poi Giulia Cavalli regala la prima chicca della serata battendo al quinto set la De Hoop. Questa gara poteva essere chiusa prima dalla padrona di casa che in vantaggio 2-1 si era portata sul 4-1 nel quarto set ma alla lunga l’olandese è riuscita a prevalere. Anche nella frazione decisiva l’emiliana era sempre avanti, ma alcune difficoltà nella ricezione dei servizi avversari ha fatto sì che De Hoop conducesse per 8-9. Giulia Cavalli è nota per non abbattersi neanche un po’ nei momenti più critici e alla fine ha fatto sua una sfida che sicuramente ha spostato l’ago della bilancia a favore delle giallo blu.

Nagy si impegna come sempre ma il gioco della Clapa è molto complesso e pur strappandole un set non riesce a raddrizzare completamente la sfida che premia la romena.

Cavalli completa col massimo dei voti la sua spedizione nel Guilcer dominando ampiamente anche Ferciug. Non rimane che attendere il verdetto del match tra Magda e Clapa. Anche per la forte pongista polacca non è semplice riuscire a decifrare il gioco dell’ospite che infatti apre le ostilità con un preoccupante 11-3. Ma la lunga esperienza internazionale di Sikorska serve per trovare subito delle strategie e mettere in serio imbarazzo la romena che pur combattendo alla pari non riesce a contrastare i colpi di reni dell’avversaria, dominatrice nei tre set successivi.

a dx Magdalena Sikorska affronta Rossana Ferciug
a sx Krisztina Nagy attende il servizio di Clapa

GIULIA CAVALLI: UN RITORNO IN A1 MOLTO SCOPPIETTANTE

La sua ultima gara in serie A1 fu proprio contro il Quattro Mori, il 15 febbraio 2020. Dopo un lockdown e una maternità Giulia Cavalli torna in pista col supporto della sua piccola Sofia che la segue con lo sguardo, accudita a bordo campo da nonna Anna. Tra un urlo liberatorio e l’altro, sinonimi di appagamento e soprattutto di vittorie, la pongista magiostrina dimentica di colpo tutti i sacrifici affrontati per questa lunga trasferta.

Giulia, come ti senti?

Sono felicissima, sia per la vittoria della squadra, che è sempre la cosa più importante, sia per aver contribuito con i miei due punti al risultato finale di una gara molto importante ai fini della classifica.

Abbiamo visto due formazioni rimaneggiate

Del tesseramento della ragazza olandese lo abbiamo saputo all’ultimo momento ma siamo riusciti a vedere qualche sua immagine su youtube e ci è sembrata da subito un’atleta molto valida. Da come si sono disposte in referto era chiaro che le avversarie puntassero al pareggio. Ma quando piani iniziali di questo tipo non si concretizzano, c’è sempre il rischio che poi una delle due straniere giochi una sola partita. Fortunatamente abbiamo vinto prima del rientro in campo dell’olandese che se la sarebbe vista con Krisztina.

a sx Giulia Cavalli riceve dall’olandese De Hoop

Non era per nulla scontata una vittoria con il Quattro Mori

Siamo partite molto concentrate con l’intento di portare a casa il risultato. E sia io, sia Kris sapevamo che avremmo dovuto fare gli straordinari, nel senso che non sarebbero bastati i nostri punti su Rossana per garantirci il successo. Ci siamo documentate con i video e abbiamo percepito che si poteva perlomeno provare a fare qualcosa. Senza dimenticare che Magdalena è stata bravissima nel non cadere nei tranelli di Clapa.

E tu eri particolarmente determinata

Se non fossi riuscita a battere l’olandese mi sarei adirata tantissimo perché pur essendo molto brava non era invincibile. E poi anche alla fine del quinto parziale, benché fossi sotto, avevo un’incredibile voglia di vincere e ho messo tutto quello che avevo.

Dove ti vedremo in futuro?

Aiuterò la formazione Blu di A2 per raggiungere l’obiettivo salvezza, ma rimarrò a disposizione della società quando deciderà che dovrò giocare altre gare in A1. Però sono contenta di aver esordito con due punti in un derby sempre molto importante.

A sx Magdalena Sikorska serve su Andreea Clapa
Campionato Serie A1 Maschile – Girone unico
Quarta giornata di andataSabato 13 novembre 2021Ore 17:00
Sede di GiocoPalestra Comunale – via Azuni – Norbello (OR)
A.S.D. Tennistavolo NorbelloTT. Reggio Emilia Ferval24

LA SITUAZIONE SI COMPLICA

L’impeccabile Diogo Carvalho anche nelle situazioni più ingarbugliate ne esce trionfatore, ma purtroppo non sortisce l’effetto traino nei confronti dei suoi compagni, messi sotto da un trio tutto italiano molto motivato. Lo si è visto già in apertura con un Daniele Pinto che si è arreso al quinto set al portoghese. Si sperava che il russo Pavel Tarutin, dopo l’esordio di Carrara, fosse nelle condizioni di imporre il suo gioco ma forse ha bisogno di più tempo per prendere confidenza col pongismo italico. Riesce a conquistare un solo set opposto ad Andrea Puppo, mentre crolla totalmente nell’impegno seguente con Pinto. Patisce parecchio la supremazia degli avversari anche Pasquale Vellucci arresosi in tre set sia a Damiano Seretti (sconfitto con lo stesso punteggio successivamente da Diogo), sia a Puppo.

a sx Diogo Carvalho serve su Daniele Pinto
a dx Pasquale Vellucci prova a contrastare Seretti

FUGACI SENSAZIONI DEL MAESTRO ELISEO

Perdere con una diretta concorrente per la salvezza non è un bel segnale. È indubbio che Pavel Tarutin abbia grosse potenzialità ma per ora risultano inespresse: “Pavel è un ragazzino – conferma il tecnico guilcerino Eliseo Litterio – e tatticamente deve ancora crescere. Parla pochissimo inglese ed è complicato comunicare schemi di gioco”. Poi dà un giudizio complessivo sul match: “Pinto ha giocato benissimo, impegnando alla morte un Carvalho che però si è confermato giocatore solido. Pasquale ha fatto quel che ha potuto ma purtroppo non ha ancora raggiunto il livello della categoria e non gli si possono muovere colpe particolari”. Conclude con proiezioni future: “La lotta per la salvezza si complica – dice Litterio – e nel match di ritorno dobbiamo fare il possibile per ribaltare il risultato, sabato scorso un pareggio sarebbe stato l’ideale. La costanza nei risultati di Carvalho ci tranquillizza, ma lui da solo ovviamente non basta”.

a sx Pavel Tarutin affronta Andrea Puppo
Diogo Carvalho riceve da Damiano Seretti
Campionato Serie A2 Femminile – Girone B
Terza e Quarta giornata di andataDomenica 14 novembre 2021Ore 11:00/14:00
Sede di GiocoPalazzetto dello Sport – Regina Elena – Angolo Terme (BS)
Tennis Tavolo TorinoA.S.D. Tennistavolo Norbello – Blu42
A.S.D. Tennistavolo Norbello – BluTT. Vallecamonica (Brescia)24

LA GENEROSITA’ NON MANCA

Sarebbe sufficiente che Ana Brzan guarisse appena, appena dai mali che la affliggono e la formazione sarebbe già competitiva così, senza l’apporto dell’immensa Giulia Cavalli. Ma la situazione emergenziale ha scompaginato i piani; nonostante tutto le blu hanno venduto cara la pelle con tre punti totali dell’italo armena Gohar Atoyan e l’unico acuto della stessa italo – slovena. Rimane purtroppo all’asciutto la cagliaritana d’adozione Eleonora Trudu.

“Sapevamo sin dall’inizio che sarebbe stato un campionato difficile – argomenta Ana Brzan – soprattutto perché io purtroppo sono a mezzo servizio, se non addirittura ad un quarto di servizio a causa dei mille acciacchi fisici. Non so come sia riuscita a vincere una partita, ho provato a lottare anche nella seconda ma poi sono crollata a causa dei dolori che mi impedivano di fare i movimenti più elementari e infatti contro il Vallecamonica mi sono ritirata al terzo set dell’ultima sfida in programma. Per quanto riguarda Gohar ricordo che ha la sua vita privata, un lavoro non facile, la famiglia con due figli e si può allenare in quei pochissimi ritagli di tempo che ha a disposizione. E con poco allenamento, giocare in A2 è davvero complicato. Nonostante ciò, la mia compagna sta disputando un ottimo campionato, rispetto alle stagioni passate la vedo determinata, sicura e fiduciosa. Insomma, sono molto felice del suo rendimento. Eleonora Trudu non è ancora pronta per fare punti in A2, ma è indiscutibile il suo impegno, ce la mette tutta, e riesce comunque a giocarsi la sua onesta partita anche se si ritrova avversarie molto ostiche. Potremo contare sull’aiuto di Giulia Cavalli la cui classe ed esperienza sono indiscutibili; purtroppo non ci sarà sempre. Speriamo che ci possa dare una mano anche nel proseguo della stagione. Tra un mese, data del prossimo impegno, spero di stare appena, appena meglio.

Gohar Atoyan (Foto Stefania Serra)
Campionato Serie A2 Femminile – Girone D
Terza e Quarta giornata di andataDomenica 14 novembre 2021Ore 11:00/14:00
Sede di GiocoIstituto La Palma – via Salita Mauro – Napoli
A.S.D. TT Vasto (Chieti)A.S.D. Tennistavolo Norbello – Giallo33
A.S.D. Tennistavolo Norbello – GialloTennistavolo Casper Reggio Calabria40

UNA GAIA SMARGIASSI IMPLACABILE FA LA DIFFERENZA

Tre punti su quattro rappresentano un buon bottino per restare guardinghe in una graduatoria che ne conta complessivamente cinque, senza eccessivi turbamenti. La gara d’esordio in quel di Napoli è stata equilibrata rispetto alla seconda dove il divario con il Casper è stato più netto. La bandiera del Tennistavolo Norbello Marialucia Di Meo racconta una giornata che a suo dire, personalmente, è stata poco esaltante. “Sì, ho parecchi rammarichi per non essere riuscita a dare il mio contributo in punti contro il Vasto. Fortunatamente sono andate molto bene sia Gaia Smargiassi, sia Lucero Ovelar. La prima ha realizzato due punti contro Ecaterina Merdari e Giulia Ciferni, mentre la nostra paraguaiana l’ha spuntata su Mardari e poi ha ceduto a Sofia Ivanova; la giocatrice russa aveva già vinto contro di me nella gara d’esordio e fin lì ci può stare. Ma ho maggiori risentimenti sulla sconfitta al quinto set con Ciferni. Se fossi riuscita a spuntarla, sicuramente avremmo giocato per la vittoria”.

Il Tennistavolo Norbello Giallo da sx Lucero Ovelar, Marialucia Di Meo e Gaia Smargiassi

Ma un punticino riesce finalmente ad ottenerlo nel confronto con le calabresi della Casper. “Sulla carta eravamo nettamente favorite – aggiunge Di Meo – e io do il mio contributo battendo Creaco non senza patimenti. Anche Lucero ha sofferto le giocate di Minutoli ma alla fine è riuscita a spuntarla 3-2. Gaia sta trovando freddezza e lucidità nel suo gioco riuscendo ad imporsi facilmente, Siamo contente così anche se io spero di ritrovare il gioco della Marialucia di un tempo”.

A sx Marialucia Di Meo impegnata in una sfida nel concentramento napoletano
Campionato Serie C2 Maschile – Girone unico
Quarta giornata di andataDomenica 17 ottobre 2021Ore 11:00
Sede di GiocoPalestra Comunale – via Azuni – Norbello (OR)
A.S.D. Tennistavolo NorbelloASD Tennistavolo Azzurra Ca15

QUARTA SCONFITTA CONSECUTIVA

Un’inedita formazione di soli maschietti non cambia il refrain. Questa volta è l’Azzurra che dilaga nel Gulcier facendo precipitare negli abissi il club giallo blu. Antonello Ledda è l’autore dell’unico punto, quando il risultato era già sul 5-0. Con lui hanno giocato Peppe Mele e Roberto Bosu.

Una fase di gioco in C2 (Foto Alberto Cualbu)
Print Friendly, PDF & Email