IMG_3323-770x480

La cronaca di queste finali regionali, disputatesi a Bari Sardo, vede subito in campo le biancorosse ad affrontare l’Ariete Crai Oristano: l’inizio è da brividi per il pubblico locale, ormai sempre più presente e colorato di rosso alle gare del sodalizio di Via del Mercatino. Le oristanesi partono forte e si portano a condurre con il risultato di 13 a 4 sulle biancorosse apparse troppo emozionate. La rimonta è però veemente, fino al 25-23 finale, unico parziale della stagione finito ai vantaggi. Nel secondo tutto sembra girare alla perfezione ma verso metà set, le giocatrici del Presidente Ferrai incorrono in una serie lunga di servizi sbagliati; l’Ariete si rifà sotto ma sono ancora i colpi di Cristina Murru a chiudere il parziale e a regalare, alle biancorosse, la finale.

“Quando in una competizione si presentano al via 96 squadre, quella che vince sicuramente compie una grande impresa. Se poi le cifre del suo cammino parlano di 20 vittorie su 20 gare, di 57 set vinti e 0 set persi allora tanto di cappello a queste giocatrici che hanno scritto una bellissima pagina dello sport ogliastrino- spiega la società – Il tutto è il frutto del lavoro iniziato tre anni addietro tra le società Ogliastra Volley e Delta Volley, iniziato dal lavoro di Fabrizio d’Elia e Marco Asoni, infine completato da Gian Domenico Dalù. Tre anni intensi d’esperienze per le giovanissime Ogliastars, impegnate con dedizione al loro miglioramento sia in inverno sia d’estate, tre anni che sicuramente non dimenticheranno e che segnano la rinascita della pallavolo femminile in Ogliastra, in termini di risultati”.

Durissima l’altra semifinale tra Carbonia e Porto Torres: le minerarie sembrano gestire bene la gara ma alla fine dei due set Porto Torres riesce, con il servizio, a creare difficoltà alle avversarie e chiudere la gara con un doppio 26-24.  Nel pomeriggio, prologo alla finalissima per il titolo, la finale per il terzo e quarto posto: vince l’Ariete Oristano superando un’ormai demotivata Don Orione Carbonia con il punteggio di 2 a 0.

Intanto si riempiono di rosso le tribune del Palazzetto di Bari Sardo e il colpo d’occhio è veramente impressionante; la partita è senza storia, un lungo turno di battuta di Alessia Albano mette le ali all’Antes, la sapiente regia di Ludovico mette in evidenza un’ottima d’Elia e la solita Murru, poi premiata come migliore giocatrice della manifestazione, risolve le situazioni più intricate. Ma bene tutto il gruppo: Giada Usai, Sofia Pirisino, Beatrice Morlè, Chiara Cortonesi, Edina Ghiulvesi, Martina Aresu, Eleonora Todde, Silvia Rubiu e Ludovica Incollu, protagoniste in tutta la stagione.

Adesso si preparerà al meglio il prossimo appuntamento, le finali nazionali che si terranno dal 27 al 31 Maggio a Porto San Giorgio, nelle Marche. Sarà una bellissima esperienza per le biancorosse, peraltro inserite in un girone di ferro dove troveranno subito le campionesse dell’Emilia Romagna e del Lazio, squadre tra le favorite per la conquista del titolo di Campionesse d’Italia.

Print Friendly, PDF & Email

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0